Utente 182XXX
Egr. Professori,
chiedo cortesemente, se potete darmi qualche indicazione, sulla mia disfunzione erettile, dovuta, secondo me, molto probabilmente alla situazione di salute, che ho dovuto affrontare, dopo che sono andato in dialisi peritoneale 2004, per quasi tre anni e successivo trapianto di rene, dal 2007. Dal momento che sono stato preso in cura, per glomerulonefrite cronica, malattia di Berger, la mia erezione è andata gradualmente soffrendo. Inizialmente al rapporto, si presenta accettabile ma, successivamente diminuisce fino ad un limite minimo, che considero insoddisfacente e frustrante. Ho prenotato una visita andrologica, mese di agosto c.a., quindi distante nel tempo ma, nel frattempo, come potrei superare questa patologia, se così posso definirla? Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
il deficit erettile è una complicanza abbastanza costante della dialisi, per alterazioni ormonali e metaboliche generali. A volte sovrappongono anche problemi vascolari duvuti alla malattia di base o al trapianto, soprattutto se ectopico.
La terapia è codificata e soddisfazioni nje da. Consulti esperto collega.
[#2] dopo  
Utente 182XXX

Iscritto dal 2010
Egr. Prof.Cavallini,
La ringrazio per la velocità della risposta, ovviamente è già un inizio, di cui farò sicuramente tesoro e ne seguirò i consigli. Grazie ancora.