Utente 278XXX
Salve sig. medici,
ieri sono stato con una escort. Vorrei raccontarvi la mia esperienza per capire e soprattutto per calmare il mio stato d'animo.
Ci sono stato perché pensavo che iniziando a scoprire com'è una donna, com'è il sesso, mi sarei sbloccato con le ragazze, anche perché ero curioso di cosa fosse il sesso, solo che con le ragazze sono una frana, e quindi ho pensato che la escort potesse fare al caso mio.

Sono stato da questa ragazza, il cui annuncio ho visto su un sito specializzato, l'ho chiamata diverse volte prima di andarci ed è stata quella di cui mi sono fidato di più.
Dopo i convenevoli siamo passati a letto. Lei mi ha toccato il pene per farlo andare in erezione a mani nude, poi le ho dato un preservativo che ho portato con me per l'occasione e l'ha aperto, la data di scadenza è 10/2018, l'ho sempre conservato in un luogo al riparo dalla luce. Per aprirlo però lei ha dato un leggero colpo con i denti alla confezione. Mi ha messo il preservativo e quindi abbiamo fatto sesso. Una volta finito mi ha sfilato il preservativo non a mani nude ma prendendo un foglio di carta morbida, avvolgendo il pene coperto col preservativo e togliendo il profilattico stesso, il tutto sempre dentro il foglio di carta. Quindi ho preso il preservativo, sono andato in bagno e l'ho riempito d'acqua per vedere se c'erano dei fori: non c'era nessun foro perché pur riempito fino all'orlo non usciva acqua da nessun punto del preservativo. Mi sono lavato le parti intime con un detergente con ph leggermente acido, ho letto su internet dell'utilità di questa pratica, e quindi mi sono rivestito e sono uscito.

Secondo voi è possibile che io abbia comunque potuto contrarre qualche infezione? La ragazza l'ho scelta perché mi ha detto più volte di tenere alla pulizia, e infatti lei era pulita quando ci siamo incontrati.

Nell'attesa di una risposta, vi ringrazio tutti per la cortese attenzione

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
dal racconto non riscontro segni di preoccupazione. Ovviamente nessuno di questi rapporti può essere sicuro al 100% (ci sono anche molluschi contagiosa , condilomi localizzati fuori dall'area coperta da preservativi, ma...tante altre gravi malattie possono dirsi difese.
Direi che può stare tranquillo, per quello che posso dire con questi elementi. Di più si può fare solo in visita venereologica
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 278XXX

Iscritto dal 2012
Va bene, la ringrazio per la risposta. Le auguro una buona serata e buona Pasqua. Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Utente 278XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno, vorrei chiedervi un consiglio.
In giorno 21 aprile 2015 ho fatto il test per l'HIV 1/2 Ab, ed è risultato negativo. Nasce comunque un dubbio in me dalla lettura di alcuni siti internet specializzati sulle MST in cui si parla di un periodo finestra di 3 mesi circa dal momento del rapporto sessuale in questione per avere una pressochè definitiva certezza della negatività o positività del test Hiv.
Alla luce di quanto ho scritto precedentemente e di quanto ho scritto in questo post, mi consigliate di rifare il test? Io sarei intenzionato a rifarlo, o a fare un test più generale su tutte le MST: l'Hiv è ciò che mi spaventa di più, però anche le altre malattie possono essere pericolose. Solo che dovrei rivolgermi necessariamente al mio medico e la cosa mi mette decisamente in imbarazzo, mentre il test Hiv l'ho fatto in modo anonimo presso un centro specializzato lontano dal luogo dove abito.
Intanto ringrazio tutti per l'attenzione che mi dedicherete.