Utente 272XXX
Gentili dottori, scrivo per esporre un problema che mi sta davvero preoccupando molto, sono terrorizzato dal fatto che possa avere qualche patologia seria. Sono un ragazzo di 27 anni, non riesco a godermi più la mia giovinezza in quanto non c'è giorno che io stia perfettamente in forma, tutto inizia 2 anni fa con dei dolori al torace che a seguito di svariati esami quali ecg, prova da sforzo analisi di vario tipo Etc etc., mi viene detto da specialisti che il mio problema era relegato ad ansia e non a patologie gravi, di seguito ho riportato una cura che mi ha aiutato piano piano a riprendermi, ma da allora la mia vita è cambiata. Oggi scrivo perché non c'è la faccio più, da qualche settimana soffro di mal di stomaco, bruciori al tratto esofageo, dolori toracici a volte anche forti, e per non mancarsi nulla arrivano delle senzazioni brutte di bolle di aria che risalgono dall'esofago e fanno perdere dei battiti al cuore, forse exstrasistole o non so cosa, Xk non hanno orari e si avvertono più volte durante la giornata, io non riesco più a capire se l'ansia può portare a questo, penso proprio di no, per questo su consiglio del mio medico sto assumendo il pantorc 20 mg 2 volte al dì, più riopan bustine dopo i pasti e levopraid gocce 15 prima di cena. Il mio problema si allevia ma non mi pare dopo 2 settimane di cura che sia assolutamente risolto, il mio medico dice che si può trattare di reflusso e gastrite cronica, e che le exstrasistole possono essere un evento normale, ma io ho paura del fatto che pur assumendo pantoprazolo e lexotan gocce x m'ansia 20gocce la sera prima di andare a letto, le mie problematiche nn si riescano a risolvere. Penso sempre al peggio è i sintomi descritti mi fanno impazzire, dottri egregi è possibile avere questi dolori al torace e al tratto esofageo per un semplice reflusso? Come capire se si tratta di questo o se il cuore possa essere invece la causa scatenante di questi problemi? Io credo che dopo 2 anni se si trattasse di una patologia cardiaca a quest'ora non sarei qui a raccontarlo, voi che ne pensate?
Grazie in anticipo per la vostra cordialità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Nulla di grave. Possibile reflusso e distensione gastrica che determinano un riflesso Gastro-cardiaco (sindrome di Roemheld) con sintomi cardiaci (benigni e senza evoluzione). Ne parli con un gastroenterologo.

Cordialmente

[#2] dopo  
Utente 272XXX

Iscritto dal 2012
Grazie molte per la sua cordialità dott.... Ma lei pensa che la cura che io sto facendo non sia idonea al tipo di problema da Lei suggeritomi? O vedrò risultati continuando questa cura?
Grazie ancora, buona giornata.
[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
I farmaci vanno bene, potranno eventualmente essere rivisti con l'aiuto di un gatsroenterologo, ma di base c'è un forte stato ansiogeno che accentua la problematica.


[#4] dopo  
Utente 272XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio Ancora Dottore per la sua disponibilità.
Saluti.
[#5] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Di nulla ed auguroni.