Utente 361XXX
volevo sapere perche'quando una persona ha un tale sintomo ,e dopo aver fatto alcuni esami di semplice routin ,con esiti negativi,non fanno piu'approfondimenti diagnostici, per idividuare la vera causa del problema,scaricando il paziente con diagnosi :forse si tratta di ansia,anche se lo stesso al momento non lo e'

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
io non so se l'abbiano "scaricata" o meno, non si capisce neppure quale fosse il sintomo per cui è andato in P.S.

Non conosco neppure che esami di routine le abbiano fatto e i risultati, nè la diagnosi di dimissione.

Se ha dubbi sulla salute del suo cuore, legittimi, le conviene consultare un Cardilogo competente ed esperto, che la indirizzerà verso un percoso diagnostico adeguato, oltre a valutarla clinicamente.

Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 361XXX

Iscritto dal 2014
grazie per la risposta ,gli esami che ho fatto sono holter pressorio delle 24 ore con diagnosi:medie orarie indicative di valori nei limiti della norma in soggetto dipper.ecg dinamico con exstrasistolia sopraventricolare con una coppia rari battiti ectopici ventricolari isolati.gli esami sono solo questi.premetto solo che ho fatto endoscopia digestiva con concusioni di:ernia iatale da scivolamento,gastrite antrale,duodenite,e rimozione di tre polipi diametro 3mm.attualmente sono in cura con coverlam5/5 e bisoprololo 2,5mg.i sintomi pero'non scompaiono,sono ancora di tachicardia improvvisa,durante il sonno con pulsazioni che arrivano sui 140 battiti,minima pressoria 103 e massima180.nicturia notturna,e alcune volte fame d'aria.le ricordo che le exstrasistole non si manifestano di rado ma tutti igiorni.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
a distanza non posso esprimermi più di tanto.
Credo di capire che il suo Holter Pressorio sia nella norma, con normale escursione dipper della P.A. e che il suo Holter ECG non segnali anomalie degne di rilievo.

Dal momento che non l'ha eseguito potrebbe programmare un Ecocardiogramma colordopler e una prova da sforzo..
Per quanto riguarda la "tachicardia notturna", se accompagnata da poliuria potrebbe trattarsi di Tachicardia Parossisitica Sopraventricolare, che non è occorsa durante la registrazione Holter e che potrebbe, come le EXS, riconoscere nell'ernia iatale il fattore scatenante.
Provi a vedere se le crisi si interrompono con la manovra di Valsalva (praticamente mimi lo sforzo della defecazione) e mi faccia sapere, se lo desidera.

Buona Pasqua!
V.C.

[#4] dopo  
Utente 361XXX

Iscritto dal 2014
gradisco molto la sua risposta e l'attenzione che ha dato ai miei sintomi,provero' a fare quello che mi dice in proposito,seppur difficile in quel momento.quello che ho notato ,se si dovrebbe trattare dell'ernia iatale ,e'che al mattino di una domenica dopo aver fatto colazione ,mi sono addormentato in poltrona e dopo un 'oretta si scatena la solita tachicardia,che pero'termina dopo un paio di minuti.altre volte,ho provato a cenare alle sei di sera,per poi coricarmi intorno alle ventitre',senza vantaggi in quanto,si e' manifestato nuovamente. buona pasqua anche a lei e grazie ancora per la sua gentilezza