Utente 377XXX
Buonasera sono un ragazzo di 20 anni , la settimana sono andato a fare un prelievo in ospedale , per delle normalissime analisi.Mi e' successa una cosa alquanto strana e inaspettata , che non sta facendo altro che preoccuparmi e spaventarmi davvero molto. L' infermiere che ha eseguito il prelievo non ha indossato i guanti(CREDO MOLTO SCORRETTO NEI CONFRONTI DEI PAZIENTI). Dopo aver infilato l' ago ho notato che aveva un TAGLIO SUL POLLICE (credo non sanguinasse) e inoltre una FERITA NON MOLTO GRANDE SULLA NOCCA DI UN DITO DELLA MANO SINISTRA.Quest'ultima aveva un colore roseo e giallastro , non sono riuscito a vederla bene o se sanguinasse. Sono nel panico piu' totale , cosa devo fare ? Come devo comportarmi ? Ho chiamato un numero verde su un sito specializzato in HIV , ho raccontato tutto all' operatore e mi ha subito risposto che aver contratto l' HIV sia difficile , ma per l' epatite ha qualche dubbio.Sono in una situazione di panico piu' assoluta , il mio medico curante non riesce a rassicurarmi e dice che non mi vuole prescrivere il Test.Non vorrei che durante il prelievo l' ago posso aver urtato alle ferite anche se pur piccole dell' operatore. Cordiali saluti e grazie in anticipo.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
il 31 us ha postato lo stesso quesito.
Denunci l'infermiere e se crede di essere in pericolo faccia i tests per HIV - HBV - ed HCV, dato che al sito specializzato in HIV si sono dimenticati di dirle che il rischio di contagio è pressocchè pari, per via ematica, sia per HBV che per HCV.

Oppure, per praticità, chieda all'infermiere di sottoporsi ai tests, magari dopo aver parlato con il Direttore Sanitario o il dirigente della Unità Operativa presso cui ha fatto il prelievo, minacciando di sporgere denuncia ai NAS.

Diversamente, lamentarsi su MI+ non apporta nessun contributo concreto alla soluzione del problema.

Buona Pasqua!
[#2] dopo  
Utente 377XXX

Iscritto dal 2015
Buonasera , mi scusi dottore ho sbagliato a rimandare il tutto per un ennesimo consulto.
Lei nella precedente e-mail , mi aveva detto di stare tranquillo riguardo l' accaduto e di denunciare il tutto alla Direzione sanitaria, Ora mi dice di dover fare tutti i test..Le idee mi si confondono ancora di piu , la domanda ora e' " Cosa devo fare " ?..Le chiedo comunque umilmente scusa , non volevo risultarle pesante e rubarle tempo prezioso..Non uso MEDICINA ITALIA , per lamentarmi , lo uso per chiedere delle rassicurazioni..Ho 20 anni e certe cose mi spaventano in modo particolare , tutto qui..Le auguro una serena Pasqua. Distinti saluti.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
lei non risulta pesante e non mi ruba tempo prezioso.
Le confermo quello che le scrissi la volta scorsa: che a mio parere DEVE TRANQUILLAMENTE ASPETTARE i risultati delle analisi di sangue per cui ha effettuato il prelievo.
Le consigliai anche di affrontare l'angoscia patofobica che la perseguita.

Ella mi rispose:
"Buonasera Dottore e grazie per la tempestiva risposta. Lo so e per questo sto affrontando questo problema con gli specialisti adatti..Ma da medico non le sembra scorretto nei confronti del paziente , il comportamento dell' infermiere , alquanto irresponsabile ? Distinti saluti."

ed io replicai

"Caro Signore,
e chi le dice che quel taglio non fosse già in avanzata fase di cicatrizzazione?
Crede che un infermiere non tenga anche alla Sua salute?

Di regola i prelievi andrebbero effettuati con guanti monouso, in nitrile o lattice, con lacci emostatici monouso, su poggiabraccio monouso.

Nella mia carriera, al Sacco, ho visto infermieri/e prelevare il sangue ai sieropositivi senza guanti.
Perchè le assicuro che è molto più facile pungersi con i guanti che senza.

In ogni caso, se lei ritenga che il comportamento dell'infermiere sia "redarguibile", piuttosto che dirlo a me lo riferisca al direttore dell'Unità Operativa presso la quale ha fatto il prelievo o mandi una raccomandata con AR al Direttore Sanitario, descrivendo dettagliatamente la questione.

Un difetto di noi Italiani è che ci lamentiamo tanto, ma di concreto non facciamo mai nulla.
Dia il buon esempio.

Cordialità."

Evidentemente non pago della risposta o non convinto, ha ripostato il medesimo quesito.

La risposta è stata questa:

"Gentile Signore,
il 31 us ha postato lo stesso quesito.
Denunci l'infermiere e SE CREDE DI ESSERE IN PERICOLO (cioè se ormai si è convinto) faccia i tests per HIV - HBV - ed HCV, dato che al sito specializzato in HIV si sono dimenticati di dirle che il rischio di contagio è pressocchè pari, per via ematica, sia per HBV che per HCV.

Oppure, per praticità, chieda all'infermiere di sottoporsi ai tests, magari dopo aver parlato con il Direttore Sanitario o il dirigente della Unità Operativa presso cui ha fatto il prelievo, minacciando di sporgere denuncia ai NAS.

Diversamente, lamentarsi su MI+ non apporta nessun contributo concreto alla soluzione del problema.

Buona Pasqua!"

Se lei è affetto da un disturbo ossessivo, se va consultando telefoni verdi di fantomatici siti per HIV, se ormai il tarlo di essersi infettato le è entrato nella mente, non sarò nè io nè i più grandi infettivolgi del mondo a tranquillizzarla ma solo l'esecuzione dei tests.
Questa è la ragione della mia risposta in questo consulto, nè vi è contraddizione con quanto precedentemente affermato.

Crede che continuando a postare quesiti sulla stessa domanda riuscirà a tranquillizzarsi?
Se si lo faccia, al prossimo quesito lascerò assolutamente che risponda qualche altro collega. E a tutti gli altri che seguiranno.
Ma non mi venga a dire che le mie risposte non sono coerenti e che io la faccio cadere nel panico perchè sa bene che non afferma la verità.
Nel caso 800 861061 è il numero verde dell'ISS dedicato ai dubbi sull'HIV. Funziona nei giorni lavorativi dalle 13:00 alle 18:00.
Rispondono eccellenti colleghi infettivolgi. Valuti se il loro parere può tranquillizzarla.
Le rinnovo la Buona Pasqua!
V.C.







[#4] dopo  
Utente 377XXX

Iscritto dal 2015
Buonasera Dottore e un Augurio di una Pasqua fatta. Non ho messo assolutamente in dubbio le sue parole , anzi sono state utili e soprattutto di conforto..L' ansia , purtroppo , a volte mi porta ad essere paranoico , pesante e infine ossessionato..Per quest'ultimo disturbo , mi sto mobilitando a risolverlo con le figure professionali adatte , psicologo e psichiatra. Mi creda , giorno dopo giorno sto dando il massimo per uscirne.Mi scuso nuovamente se le ho fatto capire che le sue risposte non erano sufficienti o coerenti come lei afferma..NON E' ASSOLUTAMENTE COSI' ! Anzi la ringrazio tantissimo , anche per la velocita' in cui risponde alle mie e-mail. Posso "disturbarla" per un ultima volta ? Vorrei farle una domanda che non c'entra nulla con questo episodio..Cordiali saluti e nuovamente Buona Pasqua.
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Sono qui che apetto la domanda.....
:-)
[#6] dopo  
Utente 377XXX

Iscritto dal 2015
Buonasera , Venerdi' sono stato nel mio centro estetico di fiducia per una depilazione sotto le ascelle. Dopo che l' estetista ha eseguito tutto , lo strappo violento dei peli ha provocato del sanguinamento credo alla base dei peli. Fino a qui tutto ok , all' improvviso vedo che l' estetista toglie dalla tasca del camice una pinzetta con il quale ho tolto i peli incarniti rimasti.Mi ha fatto rivestire e andata via. Ho preso la pinzetta essendo appunto un po' ossessionato e l' ho controllata..Era un po' sporca di una grossa quantita di peli ( non erano i miei ) e poi in prossimita' della punta delle macchie rosse.Se fosse stato del sangue , e visto il contatto con la zona che sanginava mentre tirava i peli rimasti ho rischiato qualcosa ? la pinzetta l'ha tirata fuori dopo circa 10 minuti dalla tasta..GIURO DI NON STRESSARLA PIU'..
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve.
Non ha rischiato nulla, perchè 10 min in tasca sono sufficienti per inattivare l'HIV.

Ma lei si è mai chiesto quanto sia sporca la cosa più buona che c'è? Cioè il pane?
Dopo la cottura, viene "buttato" nei contenitori, maneggiato, se cade in terra non viene certo scartato: dopo tutti questi passaggi viene imbustato e portato al supermercato.
Se poi è un panificio "casereccio" e lei ne chiede un Kilo, il pezzo viene preso con le stesse mani con cui il venditore riceve i soldi.
Taccio sulla focaccia!!
:-D

Abbiamo un sistema immunitario appunto per essere protetti da attacchi provenienti da molti fronti.
Ora non mi diventi anoressico
:-D
Sorrida e in quanto alla depilazione non ci pensi più.
Spero di ricevere notizie sul miglioramento del suo stato d'ansia.
Cari saluti!!
V.C.
[#8] dopo  
Utente 377XXX

Iscritto dal 2015
Stesso discorso per l'EPATITE B o C ? Dottore non so come ringraziarla , oltre alla professionalita' , riscontro nelle sue parole una vera e propria "umanita" verso il prossimo. Per un medico questo' e' fondamentale per farsi amare dai pazienti , credo lo sappia meglio di me. D'altronde cosa ne posso sapere io ? Sono solamente un ragazzo di 20 anni..Si questa settimana ho due appuntamenti con la psicologa e uno con lo psichiatra. La terro' informata , se le fa piacere..GRAZIE MILLE.
[#9] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Sia tranquillo anche per HCV e HBV.

Certo che mi farà piacere conoscere i suoi progressi.
Cari saluti.
V.C.
[#10] dopo  
Utente 377XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio davvero mille , Dottore dire che e' stato paziente e' dir poco..Con la psicologa stiamo parlando dalla mia infanzia ad oggi , e con lo pschiatra vedremo di concordare insieme un farmaco per diminuire un po' queste ossessioni..Come vede risolta una , ce n'e' una subito dietro l' angolo pronta a farmi star male !!! Le lascio una buona serata e spero che tutto questo un giorno finisca..Buonaserata , cordiali saluti dal "Ragazzo 20 enne insopportabile" Ahah..Arrivederla Dottore.
[#11] dopo  
Utente 377XXX

Iscritto dal 2015
Buonasera Caro Dottore , come sta ? Ho avuto un colloquio con lo psicologo e secondo lui e' opportuno prendere un farmaco.Sono stato d'accordiamo spero solamente che non abbia molti effetti collaterali.Dalla psicologa ci andro' in settimana.Ci tenevo a tenerla informata.Una cosa pero' devo confessare , lo faccio come se lei non fosse solo un medico ma una figura importante..Non vorrei essere pesante mi creda , ma non riesco a non pensare a quel giorno a quell'episodio..Esco guardo gli altri e li considero fortunati rispetto a me..Nel mio inconscio credo di essermi infettato quel giorno..strana la mente umana non crede ? Me ne faccio un senso di colpa per non aver fermato l' estetista oppure di assicurarmi se la pinzetta era disinfettata..Il panico mi blocca ogni volta..Cordiali Saluti.
[#12] dopo  
Utente 377XXX

Iscritto dal 2015
Dottore Buonasera , non volevo disturbarla. Ci sono delle novita' rilevanti..Mi risponda appena puo' per piacere..Saluti.