Utente 230XXX
Ho avuto fibrillazione atriale nel 1998, dopo tre bypass, curata con Amiodarone, Propafenone, fino all'intervento, tre anni fa, di ablazione dopo il quale non ho più avuto alcun disturbo. Sono in cura in via precauzionale con Amiodarone 5 giorni/sette e Bisoprololo 1,25 più ticlopidina 250. Da qualche tempo mi sono accorto, sopratutto quando mi sveglio di notte, che il mio battito è un pò accellerato (80-85 battiti, mentre normalmente a riposo di notte è al di sotto dei 60) che poi aumenta leggermente (90-95 battiti) per poi ritornare giù. Questo nel giro di pochi secondi/minuti. Non è però il battito caotico che avvertivo quando avevo la FA, ma non ha un andamento costante.Non ho altre sensazioni tipo cuore in gola e il tutto si regolarizza con qualche goccia di lexotan. Vorrei chiedere se questo è regolare o lo debbo considerare un nuovo risveglio di FA. Forse sono io che pretendo che tutto funzioni come un orologio svizzero!! Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
non credo proprio che lei stia avendo una recidiva della F.A. trattata con successo con ablazione.

Tuttavia, prima di considerare l'ansia responsabile dei disturbi che lamenta, un banale Holter ECG/24h potrà documentare l'attività elettrica del suo cuore anche nel periodo notturno.
Per cui glielo consiglio.
Non credo di doverle consigliare anche un ecocardiogramma colordoppler e un prova da sforzo, perchè sono sicuro che chi la segue provvede già al suo follow - up cardiologico egregiamente. Diversamente le consiglio anche queste ultime indagini.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 230XXX

Iscritto dal 2011
Egr. Dottore, la ringrazio.
Ho prenotato l'Holter e le saprò dire.
cordiali saluti.