Utente 377XXX
Salve, sono un ragazzo di 18 anni. Una settimana fa ho provato ad avere il mio primo rapporto sessuale. dopo aver spogliato la mia partner ed essermi spogliato, per avere l'erezione ho cominciato a strusciarmi sul suo corpo nudo; nonostante io non abbia problemi erettili durante la masturbazione, dopo circa 10 minuti di totale flop erettile, ho deciso di lasciar perdere. Riflettendoci nei giorni successivi, e cercando informazioni su internet, ho compreso di aver avuto un'ansia da prestazione altissima: prima del rapporto mi sono auto sabotato psicologicamente pensando a tantissime cose che sarebbero potute andar male. Tra l'altro, ho notato che è da qualche tempo (non definito, dato che me ne son reso conto solo recentemente) che la mattina non provo più tumescenze peniena notturna; nonostante io non sappia se queste accadano durante la notte. Poi altre due volte con la mia partner abbiamo tentato, e nei preliminari mi sembrava andasse meglio della prima volta, che è stata un totale fallimento, ma comunque ho voluto aspettare per essere più sicuro.
Secondo voi si tratta di un problema organico o psicologico? Dovrei sotopormi ad un esame andrologico? Grazie in anticipo per la risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

quello che ci scrive e la sua breve "storia sessuologica" relazionale fa pensare ad un problema psicologico ma, senza una attenta e preliminare valutazione specialistica, è bene, da questa postazione, non dare troppe certezze.

Detto questo poi, come spesso ripeto da questo sito, vista anche la sua "giovane" età, approfitti di questi "disturbi" e non sicurezze, per conoscere finalmente, se non ancora fatto, il suo andrologo di fiducia.

Impari dalle sue compagne e dalle donne che la circondano che sicuramente, alla sua età, già conoscono il loro o la loro ginecologa.

Un cordiale saluto.


[#2] dopo  
Utente 377XXX

Iscritto dal 2015
Gent.mo dott. Beretta,

Grazie mille per la celere risposta.

Cordiali saluti anche a lei.