Utente 478XXX
Salve dottore.Da circa due mesi soffro di dolori al petto,come delle fitte,sopratutto a sinistra del petto,e altre volte sento il petto pesante.
Ho effettuato elettrocardiograma piu volte,essendo andato almeno 4 volte al prontosoccorso,due ecocardiogrammi,e anche un elettrocardiogramma sottosforzo.Tutto regolare.Solo al primo ecocardiogramma mi era stata riscontrata una lieve pericardite poi passata con la somministrazione di antinfiammatori.Ho effettuato anche le analisi del sangue piu volte li al prontosoccorso per quanto riguarda gli enzimi e anche li tutto ok.Ma questi dolori non passano.Ci sono altri esami che devo fare o questi sono sufficienti? Ogni quanto consiglia di rifare controlli cardiaci?
Sottolineo che sono un tipo molto ansioso,prima praticavo molta attività fisica..da quando ho questi dolori non ne pratico più,e ogni volta che pratico qualcosa che mi provoca uno sforzo mi viene la paura di avere un infarto da un momento all altro,entrando nel panico e avendo magari anche una somatizzazzione di dolori al braccio e dietro la schiena.Sottolineo anche che da quando ho questi dolori ho delle difficoltà respiratorie (non so se riferite all ansia o no),e appena faccio ad esempio delle scale o un grandissimo fiatone.Lei cosa mi consiglia? Crede che tutto ciò sia qualcosa di mentale o mi consiglia altri esami? La ringrazio per l attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
non si capisce bene se Ella abbia avuto o meno una pericardite.
Che non necessita solo della ecoriflettenza aumentata dei foglietti pericardici o del lieve scollamento degli stessi, che vedono alcuni Cardiolgi, e che non configurano pericardite, ma di essere corroborata anche da esami ematochimici alterati.

Rifaccia un Ecocardiogramma Colordoppler e una prova da sforzo, anche se non mi dice quando ha effettuato questi esami l'ultima volta, e si consulti con il curante per la valutazione degli indici di infiammazione.
Poi, esclusivamente nel suo interesse, le consiglio di rivolgersi ad uno specialista per una cura farmacologica della sua ansia, che da quello che scrive, le sta rendendo la vita invivibile.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 478XXX

Iscritto dal 2007
Innanzitutto la ringrazio vivamente per la veloce e tempestiva risposta.

Il test da sforzo è stato effettuato il 12 marzo scorso,gli ultimi esami in riferimento a problemi cardiaci (credo siano quelli effettuati al pronto soccorso) sono stati effettuati 6 giorni fa e davano tutto ok (apparte il gpt un pò alto,71 invece di 59,e sottolineo che in questi giorni sto prendendo celebrex per un infiammazzione tendinea e muscolare,ho preso il farmaco lyrica prescrittomi dalla neurologa e ogni tanto prendo 10 gocce di xanax per stare piu tranquillo),mentre l ultimo ecocardiogramma è stato effettuato circa un mese e mezzo fa.Sicuramente non esiterò di rivolegermi ad uno specialista per l 'ansia,anche perchè nonostante i dolori,dopo tutti questi esami anche io inizio a farmi un idea (anche se difficile) che il tutto dipenda oltre che da questa grossa infiammazione tendinea e generale,anche da una somatizzazzione.
Farò ovviamente anche questo eco colordoppler per stare tranquillo.La ringrazio ancora.
[#3] dopo  
Utente 478XXX

Iscritto dal 2007
Salve dottore,come da lei consigliato ho rieffettuato un eco color doppler,e mi è stata ritrovato un piccolo versamento pericardico (credo recidivo).
Nel referto c'è scritto:

'Iperecoreflettenza del pericardio in sede posteriore con minimo scollamento pericardico omosede non emodinamcamente significativo.Utile controllo con emocromo,ves,pcr.'

Volevo sapere,secondo lei,che tipo di accorgimenti prendere? La cardiologa mi ha consigliato di fare cmq camminate (anche se ora ho il terrore di far battere in maniera più veloce il cuore),ma di non correre,non fare sala pesi o cmq non fare un attivita fisica troppo affaticante.Volevo sapere,secondo il suo parere,per quanto riguardava l attività sessuale con la mia compagna come dovevo comportarmi?

Attendendo risposte,la ringrazio!