Utente 226XXX
Da molti mesi mi sveglio con le mani "addormentate", la destra più della sinistra. Da un mese mi sveglio, anche durante la notte, con dolore al braccio destro e grosso formicolio alla mano destra e pollice a scatto. Muovendo il braccio e massaggiandolo lentamente passa, la mano resta addormentata per oltre un'ora e il pollice a scatto per tutta la mattinata. 10 anni fa avevo fatto una risonanza magnetica per la sindrome del tunnel carpale ed era risultato un leggero impegno. Forse è un problema di cervicale? Che esami dovrei fare, e a quale specialista rivolgermi?
grazie
[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

si tratta di due patologie distinte tra loro: Sindrome del Tunnel Carpale bilaterale e dito a scatto (spesso però sono associate).

Deve fare un'elettromiografia (EMG) agli arti superiori e una visita da un chirurgo della mano.

Buona giornata.
[#2] dopo  
Utente 226XXX

Iscritto dal 2011
Gentile dr. Leccese,
la ringrazio molto.
Farò l'esame da lei suggerito.
Buona giornata anche a lei.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.
[#4] dopo  
Utente 226XXX

Iscritto dal 2011
Gentile dottore, ho seguito il suo consiglio.
Dall'EMG degli arti superiori è emerso:
...una sofferenza del nervo mediano di dx al polso, e per un rallentamento, sempre al polso, del nervo mediano di sn, compatibili con un quadro clinico di "sindrome del tunnel carpale" .
Sono stata visitata da un ortopedico della chirurgia della mano del CTO di Roma, che mi ha consigliato l'intervento per il tunnel carpale e il dito a scatto.
Mi ha prenotato al CTO per il mese di settembre, intanto mi ha praticato un'infiltrazione di cortisone al pollice e mi ha ordinato 3 fiale di Bentelan 4 mg e 3 fiale di Bentelan 1,5 mg.
Ho fatto la terapia e inoltre ho indossato un tutore .
Ora sto molto meglio.
Ho ripreso a lavorare (7 ore al giorno al PC), indossando il tutore di notte e durante il giorno, escluso quando lavoro al computer perché non riesco a usare correttamente il mouse e la tastiera.
Non so se aspettare settembre e operarmi a Roma o magari anticipare l'intervento in un altro centro prima che mi ritorni il dolore.
Cosa mi consiglia di fare?
Può essere utile fare altre infiltrazioni al pollice?
Grazie per la sua estrema cortesia.
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Le conviene aspettare.

Se il dolore al pollice è scomparso, non faccia per ora altre infiltrazioni.
[#6] dopo  
Utente 226XXX

Iscritto dal 2011
Gentile dottore, a ottobre del 2015 i dolori sono ritornati e ho deciso di operarmi.
il 5 febbraio ho subito l'intervento per il tunnel carpale e contemporaneamente la tenolisi del pollice.
Dopo l'intervento ho indossato per un mese il tutore.
Da oltre una settimana non indosso più tutore e ho la mano libera.
Oggi la ferita nel palmo si presenta asciutta e morbida, alla base del pollice invece è presente un cordone.
Non ho più il formicolio, nè il dito a scatto.
Il pollice però non si piega completamente.
Inoltre è comparso un dolore al mignolo che continua su tutto il lato esterno della mano.
Di notte ho dolore alla ferita e sento tutto il braccio pesante.
Sono stata a visita di controllo dal chirurgo che mi ha operata:
mi ha rimproverata per non aver mosso a sufficienza il pollice; per quanto riguarda il dolore al braccio, alla visita ha riscontrato una leggera infiammazione dell'articolazione della spalla e mi ha prescritto Celebrex 200 mg.
Devo fare una fisioterapia per il pollice? Perchè ho dolore al mignolo? Sono consigliabili gli integratori? E' corretto smettere del tutto il tutore?
La ringrazio della sua attenzione.
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Come faccio a darle una risposta se non ho potuto vederla direttamente?

Queste domande le doveva fare al suo chirurgo durante il controllo.

Noi non possiamo fare diagnosi a distanza.....