Utente 377XXX
Salve,
giorno 23/03/2015 sono stato operato in artroscopia alla spalla sx per lussazione della stessa che s ripetevano da circa dieci anni e mai curata.
La relazione di dimissione riporta:
testa sub lussata anteriormente lesione di hill sachs tipo II parzialmente engaging, iniziale lesione condrale bordo glenoideo anteriore, cercine antero inferiore distaccato e cicatrizzato al di sotto del bordo glenoideo (alpsa lesion), volume capsulare aumentato con detensione capsula legamentosa e sofferenza tissutale. Non lesioni tendinee della cuffia e del clbo.
Volevo chiedervi quanto è possibile una lussazine recidiva in una spalla del genere, e se era consigliato effettuare un intervento a cielo aperto.

Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Paolo Sailis
36% attività
4% attualità
16% socialità
CAGLIARI (CA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Buonasera.
Gli interventi per instabilità' di spalla possono essere eseguiti sia in artroscopia che con tecnica open.
Molti sono i fattori che fanno propendere per una scelta, tipo di lesione, tecnica utilizzata, esperienza del chirurgo, per dirne solo alcuni.
Entrambe le tecniche, in mani esperte, hanno percentuali di recidive, in letteratura ancora oggi la tecnica open sembra essere più' affidabile, ma questo non significa che un chirurgo esperto non possa averle fatto un ottimo intervento in artroscopia.
Buon recupero!
[#2] dopo  
Utente 377XXX

Iscritto dal 2015
Grazie e spero in un miglioramento