Utente 164XXX
Buonasera egregi Dottori
il 6/04/15 sono caduto con lo snow e ho riportato una frattura alla clavicola sin precisamente al capo sterne clavicola sin, no decifit va periferici in atto.non deformità.mi hanno applicato un bendaggio di spalla. Sono stato sottoposto a che a tac, per dolori a respirare, con esito negativo. Sono rimasto in osservazione per qualche ora e dimesso, e prescritto un controllo clinico dopo alcuni giorni.
Oggi 9 sono andato per il controllo, fatto i raggi ma con esito, frattura scomposta dell'estremo mediale della clavicola con marcata angolazione dei monconi ossei. Qui mi hanno posizionato un bendaggio a otto. Ora devo tornare tra 15gg per un controllo.
Guardando le lastre è rotta subito dopo il moncone dello sterno dal basso verso l'alto in diagonale, ho visto su internet che questo tipo di frattura è rara, e che di solito se scomposta fanno un intervento chirurgico, come mai hanno applicato un semplice tutore? Mi hanno detto che qualche volta di alzare il braccio e stringere le mani a pugno per agevolare la circolazione se ho formicolii, ma nn è meglio stare immobili? Poi come posizione da assumere a letto è migliore distesa o rialzata?
Grazie a presto

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Grosso
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
La frattura di clavicola è un evento piuttosto frequente circa il 2,7-5% di tutte le fratture degli adulti e il 45% di tutte le fratture della spalla. I maschi sono colpiti più delle femmine con un rapporto di 3:1 (come scrivo nel mio articolo: http://www.medicitalia.it/minforma/ortopedia/1892-frattura-clavicola.html )
Il trattamento più idoneo è subordinato ad una valutazione dello specialista che, sulla scorta di tutti i dati acquisiti (strumentali e clinici) stabilisce quello che è più giusto fare in quel preciso momento. Se i colleghi hanno optato per questa soluzione avranno avuto validi motivi.
Per tutto il resto vale il criterio che i controlli clinici servono a stabilire ilpercorso terapeutico più adatto.
Auguri