Utente 810XXX
Buongiorno,
Ho appena ritirato i risultati del mio spermiogramma e dato che la visita dallo specialista è appena tra qualche settimana, vorrei se possibile delle opinioni riguardo l'esito del test.


giorni astinenza: 4

liquefazione completa: SI
viscosità: ELEVATA
colore: GIALLINO OPALESCENTE
coaguli: NO
agglomerati: NO

emazie: NO
altre cellule: 2,2 M/ml
volume: 2,2 ml
pH: 8
zone di agglutinazione specifiche: Assenti
zone di agglutinazione aspecifiche: Assenti


concentrazione spermatozoi: 68,5 M/ml
numero totale/eiaculato: 150,7 M
concentrazione motili a+b: 6,85 M/ml
numero totale a+b/eiaculato: 15,1 M


motilità entro 60 minuti:
a) progr. rapida 2%
b) progr. lenta 8%
c) non progressivi 10%
d) immobili 80%

vitalità: test non effettuato


morfologia:

forme tipiche: 36%
anomalie testa: 18%
anomalie tratto intermedio: 16%
anomalie coda: 30%
residui citoplasmatici: 0%

leucociti: 0,04 M/ml

si può parlare di sterilità? Qual è il termine per definire la mia condizione? Astenozoospermia?
E' possibile avere un concepimento naturale nel mio caso?
Ho già effettuato una prima visita dall'endocrinologo che non ha rilevato patologie quali varicocele o simili.
Gli esami ormonali sono già in corso d'analisi.

Grazie in anticipo a tutti i medici che vorranno rispondere alle mie domande.
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Giambersio
28% attività
4% attualità
12% socialità
POTENZA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
dall'esame che Lei ha trascritto si evidenzia una riduzione della
motilità degli spermatozoi. Questa condizione, come Lei ha
correttamente scritto, si chiama astenozoospermia.
Può essere secondaria a varie condizioni che devono essere
ricercate così come lei correttamente sta facendo.
Un concepimento naturale in questi casi non è impossibile ma meno
probabile.
Ne approfitto della sua richiesta per informare tutti gli utenti
di medicitalia che l'Istituto Superiore di Sanità ha organizzato dal 29 settembre al 4 ottobre una "Settimana di prevenzione dell'infertilità" in cui potranno essere eseguite delle visite andrologiche gratuite nei centri che aderiscono all'iniziativa.
Per ulteriori informazioni si può far riferimento al numero verde 800 561444 operativo dal 22 settembre.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 810XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio molto per la rapida risposta.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
oltre alle indicazioni corrette ricevute dal collega Giambersio, se desidera comunque avere più informazioni su questi temi potrebbe essere utile per lei leggere il manuale , scritto dalla ginecologa Elisabetta Chelo , "Quando i figli non arrivano" , CIC edizioni internazionali , Roma , oppure il bel libro di Pier Luigi Righetti e Serena Luisi "La procreazione assistita" , Bollati Boringhieri editore srl, Torino. Un altro consiglio infine ,se vuole confrontarsi e conoscere altre situazioni o coppie con un problema a riprodursi, è quello di consultare il nuovo forum sull'Infertilità nel sito www.madreprovetta.org.
Auguri ed ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#4] dopo  
Utente 810XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio per i suoi consigli Dr. Beretta.

Oggi ho ritirato i risultati degli esami del sangue, che riportano quanto segue:

Follitropina (FSH) 2,21 mUI/ml rif. 1,50-12,40

Luteotropina (LH) 5,02 mUI/ml 1,70-8,60

Prolattina (PRL) 12,65 ng/ml 4,60-21,40

Estradiolo (E2) 27,60 pg/ml 5,60-50,10

Testosterone totale 5,17 ng/ml 2,80-8,00

Testosterone libero 20,50 pg/ml 8,70-54,70

Tireotropina (TSH) 1,810 uU/ml 0,270-4,200


Cosa si può dedurre da questa situazione?
I dati rientrano nella normalità? (lo so che tutti rientrano nei loro range, ma presumo che siano da vedere anche i rapporti delle concentrazioni dei vari ormoni)
Questi dati possono spiegare l'astenozoospermia o sarà necessario fare ulteriori esami?
C'è la possibilità che si tratti di Klinefelter (o un mosaicismo dato che non ho azoospermia)?
Vi ringrazio molto per l'attenzione
Cordiali saluti

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
i dosaggi ormonali sono nella norma e la presenza di 68.5 milioni di spermatozoi per millilitro già escludono la possibilità di una importante alterazione cromosomica come la presenza di un Klinefelter. A questo punto potrebbe essere utile una attenta rivalutazione clinica da parte di un andrologo esperto in patologia della riproduzione umana.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#6] dopo  
Utente 810XXX

Iscritto dal 2008
Grazie molte dottore, la sua risposta mi ha piuttosto tranquillizzato.
La visita specialistica è già in programma.
Cordiali Saluti
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,
ci tenga comunque aggiornati sull'evoluzione della sua situazione clinica, se lo desidera.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
www.andrologiamedica.org