Utente 340XXX
Mia madre ha 67 anni e anni fa le fu diagnosticata una valvola bicuspide. Da allora ha fatto controlli annuali e l'ultima radiografia ha riscontrato un ecstasia del tratto ascendente dell' aorta toracica. Per avere maggiori dettagli le e' stato consigliato di fare una TAC TORACE CON MDC di cui riporto i risultati qui di seguito.

Esame eseguito senza e con somministrazione di m.d.c.
Ecstasia del tratto ascendente dell'aorta toracica (diametro massimo 43mm circa), nella norma il diametro del tratto medio dell' arco 25mm circa ed il diametro del tratto discendente 23mm circa.
Regolare l'emergenza dei vasi epiaortici.
Non processi infiltrativi, né lesioni focali in atto a carico del parenchima polmonare bilateralmente.
Verosimili esiti pleuro-fibrotici in sede apicale del lobo polmonare superiore bilateralmente e del lobo polmonare inferiore di destra.
Diffuso ispessimento dell' interstizio peribroncovasale, subplerico ed interlobulare.
Non macroadenopatie in sede ilo-mediastinica.
Non versamenti pleurici e pericardici.

Considerando la presenza di VALVOLA BICUSPIDE, l' etá e i risultati della TAC come riteniate sia meglio procedere? La prossima settimana mia madre avrá un incontro con un cardiochirurgo ma é sempre meglio ascoltare diversi pareri prima di prendere una decisione.
Inoltre, nel caso un'operazione fosse necessaria, che struttura consigliereste, una qui in Puglia o in altre regioni?
Aggiungo che da qualche giorno a questa parte mia madre si sveglia con un senso di malessere generale ma non é in grado di descriverne i sintomi. Mi ha parlato di una sensazione di fastidio alla schiena, al petto, allo stomaco...ma mi chiedo se tali malesseri (che tendono a scomparire nel corso della giornata) possano essere causati da stati d'ansia collegati alla situazione (essendo un soggetto abbastanza ansioso).
Chiedo cortesemente un parere riguardo alla situazione.
Grazie e distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Guglielmo Mario Actis Dato
44% attività
8% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2004
Gentile signora, il diametro dell'aorta di sua madre non appare al momento tale da richiedere un intervento chirurgico. Le attuali linee guida indicano un diametro superiore a 45 48 mm in presenza di bicuspidia aortica per porre indicazione all'intervento chirurgico.
La presenza di una insufficienza della valvola aortica significativa (di grado moderato severo) potrebbe indurre a decidere per l'intervento più precocemente.
I sintomi lamentati da sua madre non penso che siano da mettere in correlazione con la dilatazione della aorta.
È indispensabile una valutazione clinica di persona del paziente per potere fare una indicazione. Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 340XXX

Iscritto dal 2014
Dr. Actis Dato, La ringrazio del parere e per la celeritá della risposta.
Se vuole, La terrò aggiornata in seguito alla valutazione clinica che avverrá la settimana prossima.

Cordiali Saluti,

Pierfrancesco