Utente 378XXX
Gentile Staff Medico, sono nuova in questo sito e spero di aver appreso a pieno le regole che disciplinano questo portale per la mia richiesta di consulto da parte vostra.
Io e mio marito abbiamo ritirarato gli esami dello spermioogramma e da una prima lettura fatta al momento solo con la ginecologa, non si prospetta nulla di buono.
Di seguito riporto i risultati

Durata astinenza: 4 giorni
Volume (ml): 4
Viscosità:Normale
PH: 7.2
Liquefazione dopo 30 min:completa
Colore: avorio opalescente
Concentrazione spermatozoi (mil/ml): 28
Numero totale di spermatozoi (mil): 112

Motilità (%)
Motilità progressiva (PR): 35.0
Motilià non progressiva (NP): 33.0
Spermatozoi immobili:32.0

Morfologia (%)
Forme normali: 4
Forme anomale: 96

Numero cellule rotonde (mil/ml) 0.3
Cellule della spermatogenesi (%): 90
Leucociti (%): 10
Agglutinazioni: Assenti

Ricerca Anticorpi antispermatozoo
MAR test IcG: Negativo
MAR test IgA: Negativo

SELEZIONE DEGLI SPERMATOZOI
Metodo:gradiente discontinuo diretto

Numero spermatozoi per capacitazione (mil/tot): 20.00

Motilità (%)
Motilità progressiva (PR): 70.0
Motilità non progressiva (NP): 30.0
Spermatozoi immobili:0.0

Valori di riferimento: WHO 2010

La documentazione su internet a tal proposito è ricca e prolifica ma confusa, fatta di pareri discordanti, termini scientifici troppo complessi da capire per chi come me si approccia alla materia per la prima volta.

Secondo la WHO2010 avere il 4% di forme normali di spermatozoi è considerato un valore nella media se consideriamo il 5° percentile.
Ma poi leggo che il 5° percentile è un valore basso e che nella popolazione mondiale chi ha il 4% di forme normalei, ha il 95% di possibilità di NON concepire naturalmente.
Lo spermiogramma poi riporta presenza di leucociti al 10%, cosa vuol dire?
Anche la motilità non pare delle migliori.

Mi aiutate a dare una prima interpretazione di queste analisi?

Vi ringrazio per l'attenzione e spero possiate aiutarmi a fare un po' di chiarezza.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
gentile Sig.ra,
partendo dal presupposto che per una valutazione completa a 360° della salute maschile una visita andrologica è indispensabile.
Il 4% delle forme normali è un valore normale come anche la motilità. Tenga presente che il 4% su un totale di 112.000.000 di spermatozoi è un numero comunque elevato considerato che in caso di fecondazione solo il migliore ed il più rapido giungerà al traguardo. Oltre tutto in questo modo si viene a determinare una selezione naturale nel senso che solo gli spermatozoi sani devono riuscire a fecondare e non quelli immaturi.
[#2] dopo  
Utente 378XXX

Iscritto dal 2015
Gentile dottor Scalese la ringrazio per la risposta. Sarà nostra premura prendere un appuntamento con un andrologo al più presto.
Non mi è' ancora chiara però la questione del 5*percentile, 50*percentile, 95* percentile. Cosa indicano? E in base a che cosa si rientra in una categoria piuttosto che in un'altra?
La presenza di leucociti al 10% nello sperma cosa comporta?
Grazie per l'attenzione
[#3] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Meglio non addentrarsi in questi calcoli che alla fine sono solo numeri e non ci aiutano ad individuare la causa di una eventuale infertilità. La presenza di leucociti nel liquido seminale è un indice indiretto di infiammazione della vie seminali ed in particolare della prostata. Ecco perché solo con la visita si può avere una più completa valutazione della situazione.
[#4] dopo  
Utente 378XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio della cortese risposta.
Ultima domanda: con uno spermiogramma con questi valori, quali sono all'incirca le probabilità di una fecondazione naturale?
Io e mio marito stiamo cercando un figlio da un anno, lui ha 40 anni e io 32. I miei esami non evidenziano particolari problemi se non un po' di progesterone basso per il quale sto già prendendo degli integratori alimentari prescritti dalla ginecologa.
Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Lo spermiogramma di suo marito non presenta alterazioni tali da giustificare la momentanea infertilità, è quindi necessario cercare le cause altrove.
[#6] dopo  
Utente 378XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio. Mi rifaccio viva dopo i prossimi accertamenti.
A presto e grazie per le tempestive risposte.
[#7] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prego!
[#8] dopo  
Utente 378XXX

Iscritto dal 2015
Buonasera a seguito della visita con andrologo, ci è stato sottolineato che il 4% di forme normali è un valore basso così come i valori dellà motilità.
Durante la visita il medico ha inoltre evidenziato la presenza di un varicocele e prescritto un'ecografia e messo in lista mio marito per l'operazione.
Dal momento che il varicocele va operato in età giovane volevo capire che possibilità di miglioramento ci sono per un uomo di 40 anni?

Grazie per l'attenzione.
Cordiali saluti.
[#9] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
In linea di massima i migliori risultati li si ottengono se l'intervento di varicocelectomia si esegue prima di 35aa. Dopo tale età i miglioramenti se ci sono sono estremamente variabili.
[#10] dopo  
Utente 378XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno Dottore.
Mio marito ha effettuato l'intervento di varicocele con legatura della della vena spermatica dall'alto.
Ora a distanza di 5 giorni dall'operazione il testicolo sinistro e molto gonfio. Volevo sapere se è il normale decorso post - operazione oppure c'è il rischio di un idrocele.
Nel caso entro quanto di può manifestare un idrocele? Va operato anche questo con intervento chirurgico con anestesia e dopo quanto?

cordiali saluti
[#11] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
L'orchite (infiammazione del testicolo) è una possibile evenienza post-operatoria e sicuramente non va rioperata.ascolti i consigli del suo Urologo e non corra troppo con conclusioni troppo affrettate dettate dall'ansia. (scusi il ritardo).
[#12] dopo  
Utente 378XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno Dottore
a distanza di sei mesi dall'intervento di varicocele mio marito ha effettuato lo spermiogramma di controllo.
Volevo chiedervi gentilmente un parere su questi risultati. Possiamo considerarlo un buon miglioramento? Ricordo che mio marito ha 40 anni.
Vedo che il numero degli spermatozoi è raddoppiato ma le forme anomale sono rimaste invariate. E sono anche aumentati i leucociti, motivo per il quale il medico ha prescritto una cura antibiotica e integratori.

Cordiali Saluti

****
Durata astinenza: 4 giorni
Volume (ml): 4.5
Viscosità:Normale
PH: 7.2
Liquefazione dopo 30 min:completa
Colore: avorio opalescente
Concentrazione spermatozoi (mil/ml): 50
Numero totale di spermatozoi (mil): 225

Motilità (%)
Motilità progressiva (PR): 32.0
Motilià non progressiva (NP): 20.0
Spermatozoi immobili:48.0

Morfologia (%)
Forme normali: 4
Forme anomale: 96

Numero cellule rotonde (mil/ml) 0.4
Cellule della spermatogenesi (%): 80
Leucociti (%): 20
Agglutinazioni: Assenti

Ricerca Anticorpi antispermatozoo
MAR test IcG: Negativo
MAR test IgA: Negativo

SELEZIONE DEGLI SPERMATOZOI
Metodo:gradiente discontinuo diretto

Numero spermatozoi per capacitazione (mil/tot): 36.00

Motilità (%)
Motilità progressiva (PR): 80.0
Motilità non progressiva (NP): 20.0
Spermatozoi immobili:0.0

Valori di riferimento: WHO 2010
[#13] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Come facilmente deducidibile c'è stato un miglioramento soprattutto del numero/ml.