Utente 810XXX
Può una dieta che preveda l'assunzione di 2-3g di proteine per Kg di peso corporeo al giorno(condotta parallelamente ad un'intensa attività di potenziamento muscolare)avere come consegueza problemi renali quali insufficienza grave?

Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Marino Ganadu
24% attività
0% attualità
0% socialità
OZIERI (SS)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2007
Posta in questi termini direi che la risposta e' no. Una dieta del genere non determina insufficienza renale grave. L'importante e' che insieme non si assumano altri intrugli a base di creatina etc. Ma per essere piu'completi:
il rene subisce un sovraccarico di lavoro nelle diete iperproteiche che si puo' tradurre in un meccanismo di cosiddetta iperfiltrazione. Se la vuole determinare, deve eseguire la clearance della creatinina.
Il problema e' anche che le diete iperproteiche tendono ad essere iperlipidiche, ipersodiche, iperpuriniche ( piu' grassi, piu' sodio e piu acido urico ) e tutte queste cose insieme non e' che vadano benissimo. Se si creano questo tipo di scompensi nutrizionali si puo' andare incontro a alterazioni dell'assetto lipidico ed eventualmente anche ipertensione, specie nei soggetti predisposti. Percio' tutti questi aspetti vanno tenuti in considerazione specie se si vuole continuare per molto tempo con questo tipo di dieta.
[#2] dopo  
Utente 810XXX

Iscritto dal 2008
Beh..sicuramente l'intenzione di proseguire per anni c'è..
ho cominciato circa dieci mesi fa, a giugno la creatininemia era in regola(insieme a tutto il resto)..quanto alla pressione arteriosa sono ipoteso di natura(spero che questo mi aiuti)..
l'unico integratore di cui ho fatto uso per 2-3mesi conteneva solo proteine del siero di latte, in sostituzione del pasto successivo all'allenamento(può anche questo tipo di integratore avere conseguenze nefaste)?
Può la fame essere un buon parametro?
Di fatto nn seguo una dieta in modo assoluto, è solo una linea guida, non mi costringo a mangiare contro la mia volontà(tecnica suggerita da molti trainer)..
[#3] dopo  
Dr. Decenzio Bonucchi
24% attività
20% attualità
12% socialità
CARPI (MO)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2006
Gentile Culturista,
di per sè la dieta iperproteica non è direttamente tossica, ma lei userebbe la sua auto tenedo il contagiri costantemente sul rosso? Un introito di proteine doppio o triplo rispetto alla norma mette in moto la riserva renale che in diverse situazioni potrebbe far comodo.
Ma soprattutto mi preoccupa lo stile di vita che a volte si accompagna a queste diete. Ho esperienza recente di uso di anabolizzanti e di GH cinese che gira per le palestre. Sarei molto cauto.....
Buon allenamento.
[#4] dopo  
Utente 810XXX

Iscritto dal 2008
L'uso di anabolizzanti preoccupa anche me ad essere onesto,
recepito il messaggio sul contagiri..

grazie
[#5] dopo  
Dr. Mario Salomone
20% attività
0% attualità
0% socialità
CHIERI (TO)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2000
Concordo completamente con quanto detta dai colleghi che mi hanno preceduto nella risposta... una costante iperfiltrazione renale può portare ad una progressiva e potremo dire subdola "precoce senescenza" dei glomeruli renali ( buona la somiglianza con il contagiri). Peraltro non è dimostrato che una dieta iperproteica porti di per se ad un miglioramento delle prestazioni muscolari .
Appunto buon allenamento e sana dieta mediterranea !
Mario Salomone
Nefrologo
[#6] dopo  
Utente 810XXX

Iscritto dal 2008
Scusate, non voglio farvi perdere tempo, dico solo: se è normale un quantitativo di 1g per KgBW non è altrettanto normale che allenandosi la fame aumenti?
Tra l'altro sono sempre stato magro, di quelli che mangiano per non dimagrire, 150g di pasta e 100g di pollo a pranzo non mi bastavano nemmeno quando non mi allenavo..
Se scrivo qui è proprio perchè è mia intenzione ottenere progressi graduali e "stabili"..non sono certo un agonista, anzi sto cercando di affrontare la cosa in modo corretto per evitare conseguenze.
Cosa mi suggerite?
Mangio senza fare calcoli?
Prenoto un'antropometria?

Grazie ancora.

[#7] dopo  
Dr. Rita Caponetti
24% attività
0% attualità
8% socialità
GROSSETO (GR)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
Gentile culturista,
concordo pienamente con quanto già espresso chiaramente dai miei Colleghi; non starò quindi a ripetermi. Le vorrei invece sottolineare l'assoluta inutilità di sottoporsi ad un tipo di dieta come a Lei suggerito, per i fini che si propone, di un eventuale aumento di massa muscolare. Mi spiegi meglio: l'aumento della massa muscolare non è direttamente proporzionale alle proteine introdotte con la dieta.
La massa muscolare aumenta in seguito ad un esercizio fisico costante e ad un introito di protene sufficiente ad una sintesi proteica, ma un aumento smodato di proteine nella dieta non le farà aumentare proporzionalmente la massa muscolare, mentre saranno proporzionalmente aumentate solo le scorie (acidi, fosforo, ac urico, grassi etc.)e tutti i relativi rischi di patologie connesse all'eccesso di questi metaboliti.
Oggi, essendo lei giovane, riesce ancora ad eliminare tutte queste scorie e i suoi esami ematici sono normali. Ma invecchiando, si potrebbe rendere conto (amaramente) di aver inutilmente sperperato tutte le risorse che l'organismo le aveva opportunamente messo a disposizione.
[#8] dopo  
Utente 810XXX

Iscritto dal 2008
questo introito proteico va determinato per ogni individuo con un opportuno esame?

grazie, ringrazio tutti i Dottori intervenuti nella discussione.
[#9] dopo  
Dr. Rita Caponetti
24% attività
0% attualità
8% socialità
GROSSETO (GR)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
Un corretto apporto proteico prevede un'apporto di 1.2 g di proteine/Kg di peso ideale, tale apporto è assicurato da una corretta dieta mediterranea.
Le abitudini dietetiche diffuse in generale in occidente e quindi attualmente entrate anche nel nostro tipo di nutrizione, già normalmente superano questo limite. L'apporto proteico introdotto in eccesso , viene bruciato come carburante e non può essere utilizzato nella sintesi proteica: per farLe un esempio pratico è come se Lei possedesse un'auto a benzina e pretendesse di procurarsi l'energia necessaria con una caldaia a carbone... produrebbe tanta fuligine e scorie, ma non penso che la sua auto viaggerebbe meglio...
Una nutrizione corretta prevede quindi un giusto apporto proteico , che consenta di fabbricare nuove molecole proteiche (sintesi di muscolo), ma l'energia pronta deve essere fornita dai carboidrati, preferibilmente complessi ( pasta, riso, pane) ed anche da una giusta quantità di grassi, anch'essi necessari in particolare per la sintesi degli ormoni.
[#10] dopo  
Utente 810XXX

Iscritto dal 2008
Perfetto, grazie ancora.