Utente 204XXX
Salve, scrivo perchè mio fratello si trova da un mese nel reparto di rianimazione - terapia intensiva.
Lo abbiamo ricoverato nella mia città perchè non respirava bene, lo hanno messo in rianimazione e aveva la saturazione della resporazione molto alta... poi ha avuto un arresto cardiaco e successivamente lo hanno messo in coma farmacologico. è rimasto cosi per circa una settimana, cercavano il virus attraverso le analisi del sangue per riuscire a capire da cosa dipendeva il problema respiratorio, ha avuto picchi di 40.000 nei globuli bianchi. Poi qui non c'era piu niente da fare ed è stato trasportato in elicottero in un altro ospedale in situazione gravissime. In questo nuovo ospedale lo hanno stabilizzato e gli hanno messo l'ECMO. Hanno trovato il virus che ha causato tutto questo: polmonite fulminante hanno detto. Gli hanno iniziato una nuova terapia antibiotica e ha migliorato tantissimo, tanto che dopo circa 3 settimane gli hanno tolto l'ECMO e abbassato la ventilazione che ha dal tubo (perchè è anche intubato). Adesso respira quasi autonomamente e hanno deciso di togliergli la sedazione e quindi di risvegliarlo. Problema: apre gli occhi ma è come che non c'è... Loro dicono è vigile ma non è contattabile. Muove poco poco la mano ogni tanto, sente quando noi lo tocchiamo, sbadiglia... ma continua un pò a dormire e anche quando apre gli occhi proprio non è cosciente. Hanno fatto una TAC al cervello ed è uscito tutto negativo. Adesso stiamo aspettando i risultati dell'ElettroEncefaloGramma. Lei cosa pensa? si riprenderà? perchè ancora non è cosciente se ormai è una settimana che non ha piu la somministrazione della sedazione?
La ringrazio in anticipo! Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
16% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Buon giorno, io penso che bisogna indagare (come mi par di capire i colleghi stiano facendo) sulla possibilità di un danno cerebrale.
Suo fratello ci dice abbia avuto un arresto cardiaco e quasi certamente un grave squilibrio O2/CO2, quindi questa è una possibilità da tenere in considerazione, pur augurandosi di sbagliare.
Detto ciò, bisogna arrivare ad una diagnosi prima di poter formulare una prognosi.
Spero di essere stata chiara, la saluto e se lo desidera ci tenga informati
[#2] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
Salve, Ieri i medici ci hanno detto che gli hanno fatto una tracheotomia perche quel tubo a cui era collegato iniziava a dargli fastidio ma che stanno procedendo con lo svezzamento e quindi a breve gli toglieranno anche quello e tornerà normale sotto il punto di vista della respirazione...
Per quanto riguarda il danno neurologico stiamo ancora aspettando il referto dell'ElettroEncefaloGramma e anche i medici non si sbilanciano molto perche ancora non hanno gli esami in mano... C'è da dire che da domenica a martedi ha migliorato molto, inizia a muovere la mano e le braccia, muove gli occhi in direzione di dove noi siamo e sbatte gli occhi per farci sapere che ha capito quello che noi gli diciamo...
I medici stavano dicendo che dopo che viene svezzato completamente dal respiratore sarebbe opportuno metterlo in un centro riabilitativo... Io spero solo che possa tornare ad avere una vita normale...
[#3] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
Mi scusi se scrivo di nuovo, ho delle novità... Allora: Oltre la tracheotomia gli hanno fatto anche la PEG per alimentarlo... Gli hanno staccato il respiratore da 4 giorni anche se ha ancora il tubo ataccato nella tracheotomia per sicurezza...
ogni giorno sembra un pò piu sveglio, ma non si muove ancora, muove la mano e lo sguardo, ha anche pianto... =(
l'ElettroEncefaloGramma ha evidenziato che qualche lieve danno c'è stato...
Lei sa dirmi se un paziente come mio fratello che è andato in Ipossia può recuperare? So che dipende dall'entità del danno, ma vorrei saper se ci sono possibilità che lui si riprenda...
La ringrazio tanto per la sua disponibilità... Saluti.