Utente 212XXX
Gentili Dottori,
da circa cinque giorni sento parecchi disturbi che non riesco ne a riconoscere ne a giustificare.
prima di tutto, e per questo ho pensato che lo specialista giusto fosse il cardiologo, ho il battito molto lento, molto lento rispetto alla mia norma, prima di dormire posso arrivare anche a 65bpm, mentre prima la mia soglia era quasi sempre sui 90mpm, arrivando tranquillamente a 120bpm.
Accuso di nausea, giramenti di testa, perdita della concentrazione, ho la vista sfuocata, mi sento poco lucido e presente, ho una forte sudorazione a mani e piedi, assolutamente inabituale, gli arti sono anche sempre molto caldi. ho sempre avuto perdite di sangue dalle gengive, e ora non ne ho più.. con un piccolo sforzo sentivo il cuore in gola, ora faccio perfino fatica a sentire il battito. soffro di ernia iatale, e ora, il ventre si è sgonfiato nella parte che di solito si gonfia proprio a causa dell'ernia e i bruciori di stomaco sono diminuiti.. anche dopo i pasti, non ho gli stessi problemi di stomaco connessi all'ernia che avevo prima.. fino a qualche giorno fa.
per cercare di capire cosa potesse essere, o deciso di fare dei controlli, nello specifico: diversi ecg, ecocardiogramma, esami del sangue.i risultati non riportano anomalie e tutto è nella norma.Tranne un blocco incompleto di branca destra, che però ho sempre avuto.
Inoltre, ho problemi con il desiderio sessuale, è carente e sono sempre stata una persona "passionale".
Vorrei mettere l'accento sui giramenti, sono fortissimi, mi accompagnano tutto il giorno, anche la notte, tanto da svegliarmi. Questo rende la mia quotidianità davvero snervante.
Premetto che il mio stie di vita non è cambiato, mangio sempre allo stesso modo, le ore di sonno sono sempre le stesse e non faccio attività fisica da quasi un anno.
Si può dire che le conseguenze di questi disturbi che sto accusando, ad esempio la diminuzione dei bruciori di stomaco, possano essere positivi.. ma sentire il mio corpo cambiare così radicalmente e senza una spiegazione, mi preoccupa.
anche la diminuzione del battito certamente è una cosa positiva, ma come può abbassarsi così radicalmente da un momento all'altro?
attendo cortesemente vostra risposta, vi ringrazio per la disponibilità,
cordialmente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Caro signore
se le indagini cardiologiche che lei ha eseguito sono risultate tutte negative non vedo per quale motivo lei continua a pensare di avere problemi cardiaci. Personalmente mi sentirei di escluderli e forse è il caso di affidarsi a un collega specialista in medicina interna, anche se mi sembra che lei sia solo una persona ansiosa.
Cordialmente