Utente 371XXX
Gentili Dottori, ho 40 anni, sono single e non ho partner neanche occasionali. Da ormai 5 mesi avverto dolore al testicolo sinistro: per fortuna non intenso e non continuo. In questi mesi sono stato visitato più volte da medici specialisti, ho fatto esami ecografici ed analisi sui liquidi biologici, ho anche seguito diverse cure farmacologiche proposte dai medici che mi hanno visitato.
Purtroppo nulla ha funzionato.
Le due ecografie e l’esame eco color doppler cui mi sono sottoposto hanno evidenziato la presenza di un minimo varicocele al testicolo sinistro. I due Urologi e l’Andrologo che mi hanno visitato, oltre al varicocele, hanno rilevato solo grossolane calcificazioni periuretrali a livello della prostata.
I valori del PSA totale e libero sono nella norma.
Ho seguito, nel corso dei mesi, varie terapie farmacologiche: inizialmente un antibiotico (Ciproxin 500) e un antinfiammatorio (Flaminase 30), successivamente un anti edemigeno (Zachelase), un anti dolorifico per l’area pelvica (Pelvilen) e un integratore per la circolazione venosa (Meliven).
Da un esame colturale su urina e sperma (Test di Meares e Stamey) è risultata la presenza di Streptococcus Agalactiae (gr. B) nel primo mitto di urina. Ho seguito una terapia antibiotica (Levoxacin) e sono in attesa di ripetere il test per verificare se il germe è stato eradicato.
Dopo il Test di Meares e Stamey e prima della cura antibiotica con Levoxacin, ho eseguito anche uno spermiogramma dal quale è risultata una motilità progressiva degli spermatozoi dello 0%.
Purtroppo nulla di quanto fatto finora è riuscito a individuare la causa di questo dolore al testicolo, mi rivolgo dunque a voi: potrebbe essere il varicocele a causarlo? Quali altri esami potrei fare per accertarmene? A quale struttura potrei, eventualmente, rivolgermi per intervenire chirurgicamente su un varicocele tanto piccolo? Vi ringrazio in anticipo e vi saluto cordialmente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,.
molte volte esiste una dolenzia testicolare che non parte dal testicolo. Quel aricocele è troppo piccini per dare problemi. personalmente valutarei la paossibilità di problemi alla schiena irradiati al testicolo. tenga presente che una buona percentuale di testicoli dolenti non ha causa evidente. A tale scopo viene consigliata o esplorazione chirurgica o terapia sintomatica antiinfiammatoria.