Utente 169XXX
Gentili professionisti,
vari anni fa, in seguito a inesperti e sconsiderati esercizi di contorsionismo per niente graduali credo di avere tirato troppo la corda.

Ciò che provavo all'epoca era un dolore nella parte lombare della schiena tanto forte da farmi decidere di sdraiarmi dritto e immobile aspettando che passasse. Eppure, sciocco, la testa mi diceva che era solo un problema momentaneo, quindi continuavo, finchè un giorno ho compreso la stupidità ed ho smesso.

Nonostante quel dolore passasse presto, o almeno quello fortissimo, a distanza di anni, quando mi stiracchio in modo particolare, forse facendo tensione, non so, ebbene in questi stiracchiamenti spesso mi capita di provare un dolore lombare, in quella stessa zona, che mi impedisce di piegarmi in avanti, non potrei neanche raccogliere oggetti da terra piegando la schiena quando accade, è un dolore istantaneo e fortissimo, al punto che si traduce più in un "non riesco a piegarmi" che in un "se mi piego mi fa male", perchè neanche forzando, per testare il dolore, non ci riesco proprio a piegarmi. Questo dolore passa dopo alcuni minuti, ma è piuttosto brutto, specie alla mia età di ventenne.

L'ultima volta, stiracchiandomi, il dolore è stato tanto forte che mi faceva male stare dritto, come uno di quei colpi della strega dei peggiori, che se stai dritto, o se solo ridi, già fa male, quel male paralizzante che conoscendo la schiena dovreste intendere.

Aggiungo però che anche da prima di questo genere di esercizi di contorsionismo mancato avevo talvolta dei colpi della strega, qualche volta addirittura paralizzanti, in quello stesso punto lombare

Il mio sospetto è di avere causato un danno a uno dei dischi tra le vertebre, ed ora magari è troppo schiacciato. Il mio timore è che non sia rimediabile, anche se spero che sia possibile, magari attraverso l'assunzione di qualcosa per le articolazioni, che so, glucosamina, cose del genere

Ciò che vi chiedo è quanto segue: vorrei capire cosa ho, se l'ho davvero causato io con la mia ingenua stupidità, e soprattutto se e come è rimediabile

Vi ringrazio

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
8% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
È impossibile dire se Lei è responsabile del problema e se e come esso è rimediabile finché non è stata fatta la diagnosi. Le cause del dolore possono essere molteplici ed agire singolarmente o associate fra di loro in varia misura. È indispensabile prima di tutto che si faccia visitare da un ortopedico, meglio ancora se esperto in Chirurgia vertebrale, che dopo averLa interrogata, ascoltata e visitata, dopo aver deciso quali accertamenti gli (=a lui) servano e dopo aver preso visione delle immagini saprà dirLe qual è la diagnosi, quali sono le cause e quindi saprà dirLe se Lei è responsabile o se già in partenza vi era una condizione favorente, e infine anche quali sono i provvedimenti da prendere per ridurre il dolore e recuperare al massimo la motilità. È verosimile che si tratti di una condizione non del tutto rimediabile, dato il lungo tempo trascorso dall'insorgenza dei disturbi, ma fino a che non si sa di cosa si tratta è impossibile fare ipotesiutili.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Provvederò appena potrò ad un controllo ortopedico, fino ad allora ci sono ipotesi sulla mia condizione?
[#3] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
8% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Se rilegge la mia risposta vedrà che ho già risposto in modo esplicito alla domanda, e non si sono da allora modificati gli elementi disponibili
Cordiali saluti