Utente 378XXX
Salve, se vi scrivo è perchè sono disperata.
Ormai è passato quasi un anno da quando ho iniziato a soffrire di cistiti continue, dopo le analisi delle urine abbiamo capito che non si trattava di una cistite batterica e dopo quasi un anno non riesco a capire nonostante vari esami di cosa soffro. Essendo una sostenitrice delle cure naturali dato che quelle mediche mi hanno praticamente rovinato lo stomaco, sto prendendo integratori che mi aiutano a curare questo strano tipo di cistite, interrotta la cura però i dolori sono ritornati e i tanti punti di domanda insieme a loro. Dopo un'attenta riflessione su cosa può avermi provocato questi strani e insopportabili dolori (dolori interni al pube, e la solita sensazione di andare continuamente in bagno che non è continua ma sol occasionale) ho pensato che tutto questo potrebbe essere dovuto al mio uso di un vibratore vaginale. Il vibratore che ora ho smesso di usare era di una pessima qualità, e la velocità era molto elevata, il fatto é che il dolore che spesso sento è localizzato proprio sulla parte superiore al clitoride (non sopra il clitoride la parte della vagona che viene prima del clitoride) proprio dove posizionavo il vibratore. Considerando che non ho dolori o bruciori alla minzione, potrebbe essere l'utilizzo scorretto del vibratore la causa di questo dolore continuo?
Faccio presente che soffro di emorroidi interne e esterne, e quando la situazione emorroidiaria peggiora, peggiorano anche i sintomi prima descritti, le due cose possono essere correlate? Potrebbe essere presente una lesione del muscolo o del nervo? Sono disperata e il mio medico curante non sa darmi risposte. Chiedo quindi il vostro aiuto e vi ringrazio per l'attenzione.
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Il tipo di strumento (vibratore) usato per la masturbazione a volte se usato in modo scorretto o senza una accurata sterilizzazione potrebbe procurare una uretrite che si manifesta con sintomatologia simil-cistite.
Consiglierei una coltura di tampone URETRALE e una corretta URINOCOLTURA con eventuale antibiogramma.
La congestione pelvica per un piccolo varicocele potrebbe la causa di questi fastidi , dimostrazione di tutto questo è anche la sindrome emorroidaria.
SALUTI