Utente 120XXX
Mia madre (100 anni, ma se li porta bene !) è sottoposta a terapia anticoagulante con coumadin, causa fibrillazioni atriali. La dose era un giornop 1/2 cp ed un giorno 3/4. Tuttavia a seguito di una caduta con rottura dell'omero, le è stato ordinato di sostituire per circa un mese tale trattamento di coumadin con altro trattamento con clexane 4000. Adesso , trascorso tale periodo e riconsolidato l'osso rotto, all'ospedale le hanno detto che può sospendere il clexane e riprendere il coumadin.
Tuttavia ho sentito dire che occorrono determinate precauzioni (embricazione ?).
Dottore, mi potrebbe spiegare di che cosa si tratta ed in sostanza che cosa occorre fare?
Grazie anticipate.
AS

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
In sostanza il giorno che dovrà passare al coumadin occorrerà riprendere il precedente dosaggio e, nei primi due tre giorni assumere anche il creane dal momento che l effetto del coumadin sull INR inizia proprio dopo quel lasso di tempo.
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 120XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio, dottore.
Cordialità.
AS