Utente 304XXX
Salve!
Ho appena ricevuto il referto della risonanza magnetica atm che ho effettuato alcuni giorni fa e vorrei che qualche specialista me lo "traduca" e mi dica in che maniera devo agire.
Ringrazio in anticipo per il tempo eventualmente dedicatomi.

"Indagine eseguita su piani parasagittali obliqui, mediante scansioni T1 e T2 pesatesi sia a
bocca chiusa che aperta.
A destra condilo mandibolare normoconformato, senza alterazioni di segnale.
Il menisco è regolarmente posizionato.
Nel movimento di apertura della bocca regolare l'escursione anteriore del condilo
mandibolare sincrona con il menisco.
A sinistra lieve ipoplasia del condilo mandibolare che non mostra alterazioni di segnale.
Il menisco è lussato anteriormente e ripiegato.
Nel movimento di apertura della bocca regolare l'escursione anteriore del condilo
mandibolare, senza ricattura del menisco (lussazione irriducibile)."

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr.ssa Giulia Bernkopf
28% attività
20% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2014
Buongiorno.
"regolare l'escursione anteriore del condilo mandibolare" e " senza ricattura del menisco (lussazione irriducibile)" sembrerebbero referti in contrasto fra loro. Potrebbe essere però effettivamente così, in presenza di una notevole lassità ligamentosa, o di uno stiramento di vecchia data, che permetta una regolare escursione pur con un menisco dislocato.
per capire il frunzionamento dell'Articolazione Temporo Mandibolare può aprire questo link:

http://www.studiober.com/patologie/patologia-dellatm-gnatologia-classica/

Ovviamente è indispensabile coniugare i referti diagnostici con un esame diretto e sopratutto con la raccolta dei sintomi legati a questa situazione.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 304XXX

Iscritto dal 2013
Grazie mille per la sua risposta.
La risonanza magnetica mi é stata consigliata dal mio dentista perché gli ho esposto i sintomi che avverto.
All'età di 4 anni (28 anni fa) ho subito una frattura mandibolare al lato destro e ho sempre sofferto di dolori, indolenzimento e click nell`apertura. Tutti sintomi che ho sopportato perché ho sempre creduto fossero normali nel mio caso. Da circa 2 anni é sorto un nuovo e fastidioso click all`altezza dell'orecchio sinistro, che si presenta spesso quando compio azioni quali camminare,scendere scale o semplicemente nel muovere il cuoio capelluto (esempio durante lo shampoo). Tale click risulta fastidioso perché quando lo avverto in maniera prolungata é in grado di "stordirmi".
Inoltre il fastidioso rumore da qualche mese sembra essere migrato nella zona occipitale e lo avverto nel movimento della testa da un lato all`altro.
Tra l`altro ho sempre sofferto di bruxismo.
Da ciò che mi é stato detto ,il baite dovrebbe essere sufficiente a risolvere o quantomeno ad alleviare tutti i mie disturbi.
Lei ritiene sia sufficiente o sarebbe il caso di consultare, oltre al mio dentista, anche uno gnatologo?
Grazie mille per l'attenzione dedicatami.
[#3] dopo  
Dr.ssa Giulia Bernkopf
28% attività
20% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2014
"il bite dovrebbe essere sufficiente ...?"
Quale bite? con quali caratteristiche? portato per quanto tempo? Per un condilo bloccato(lussazione irriducibile) o per un condilo disfunzionale ma libero? In quale malocclusione? con quali sintomi collaterali?
La cosa più importante é che il dentista interpreti bene la situazione del paziente e introduca nel bite e nalla sua prescrizione le caratteristiche adatte al caso, altrimenti il bite é un semplice pezzo di resina acrilica.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 304XXX

Iscritto dal 2013
Dalle mie parole traspare una certa ignoranza in materia...
Grazie ancora per l'attenzione dedicatami
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr.ssa Giulia Bernkopf
28% attività
20% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2014
Gentile paziente, non intendevo assolutamente questo: è ben difficile che un paziente possa essere esperto in Gnatologia.
Ho sottolineato che non basta applicare genericamente un bite per risolvere qualunque problema: è necessario che il bite sia conformato specificamente per i problemi che ciascun paziente presenta.
Di qui la necessità che il dentista sia esperto in Gnatologia.
Cordialli saluti.