Utente 379XXX
Salve,
vi scrivo per un parere sulla mia problematica medica.
4/5 anni fa' ho notato dopo un rapporto sessuale un rigonfiamento visibile anche a pene non in erezione sul lato sinistro sotto al glande, non doloroso e non fastidioso se non per la difficoltà di mettere il profilattico, comunque decisi di farmi vedere da uno specialista che mi disse che non era nulla di preoccupante e che si sarebbe risistemato da solo, in effetti andò così.
Purtroppo però continua a ripresentarsi di tanto in tanto, sempre successivamente a rapporti, e nello specifico dura 5/6 giorni se non continuo ad avere rapporti altrimenti non se ne va'.
Al tatto sembra un tubicino di plastica di qualche millimetro aggrovigliato per un estensione di un cm e mezzo o due.
Secondo la vostra esperienza cosa potrebbe essere? è necessario che mi facia vedere da un altro specialista o posso fidarmi del primo?
grazie dell'aiuto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,a naso,senza poter vedere,penserei ad una microtrombosi di un vaso terminale,di nessun rilievo clinico,in quanto non compare dolenzia e non vi sono implicazioni sul meccanismo erettile.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 379XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio molto della velocissima risposta e delle spiegazioni, in effetti non c'è dolore e nemmeno disfunzione, è una mera questione di gonfiore della parte, esiste qualche trattamento, crema o altro per aiutare la zona in questione a tornare "normale" più velocemente?
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...senza dolore,le terapie sintomatiche antidolorifiche non hanno un senso...Altro razionale terapeutico non esiste.Cordialità