Utente 211XXX
Salve a tutti, ho 23 anni, ormai da circa 9 mesi soffro di malessere generale, astenia, difficoltà nel concentrarmi e affatticamento dopo poco, sento bisogno di dormire più ore di prima (anche 10 ore) senza che sia appagante. Inoltre la mia temperatura si è notevolmente alzata (prima in giorni in cui stavo bene non andava mai oltre 36,5; ora negli ultimi mesi oscilla da giorni e giorni, alcuni rimane su 36-36 e 5, spesso invece è compresa tra 36,5 e 37,1) . Inizialmente ho fatto VES, EMOCROMO, titolo antistreptolisinico, tampone faringeo, tsh. Tutto negativo tranne il titolo che era superiore ai valori, ma soffrendo circa 2/3 volte l'anno di forti tonsilliti capisco che sia normale. Per mesi è stato considerato da medico e famiglia un problema ansioso (sono in effetti una persona ansiosa) con tratti depressivi, ma io non ero convinto e la mia stessa psicoterapeuta mi ha consigliato di indagare ancora, perchè se c'è in me un problema depressivo secondo lei è scatenato anche dalla mia condizione fisica, non viceversa.
Così ho fatto Ferro, Ferretina, Bilirubina Frazionata, AST e ALT:

FERRO- 190 (valori normali 60-160)
FERRETINA- 100 (v.n. 22-322)
BILIRUBINA totale- 2,85 (v.n. inferiori a 1.20)
BILIRUBINA diretta- 0,42 (v.n. inferiori a 0.20)
AST metodo IFCC senza PLP- 37 (v.n. inferiori a 50)
ALT metodo IFCC senza PLP- 49 (v.n. inferiori a 50)

Il medico mi ha parlato che potrebbe essere una sindrome al fegato che non ricordo come si chiami sinceramente, e che c'era da escludere essendo i valori del ferro e della bilirubina abbastanza alti che si tratti di emolisi.
mi ha poi prescritto altri esami:
URINE completo, FERRO (SIDERMIA), GLICEMIA, GAMMA GT, CREATININA, AST (GOT), ALT (GPT), TRANSFERRINA INSATURA, TRANSFERRINA SATURA, FERRITINA, EPATITE C Ab (HCV), EPATITE B HBsAg Ag (HBV) (ANTIGENE AU), APTOGLOBINA, BILIRUBINA TOTALE E FRAZIONATA, EMOCROMO + FORMULA + PIASTRINE.

Il tutto è stato molto sbrigativo (potete immaginare uno studio medico a roma di lunedì mattina quanta gente in fila...) Quello che però non ho capito, è se tutto questo possa centrare qualcosa con i miei sintomi o è un altro ennesimo problema, perchè mi ha detto che se sarà quella sindrome di cui parlava, è una cosa molto leggera che non ha cure.
Io vorrei tornare in forma il prima possibile, sento la mia vita limitata, ho 23 anni, un'età in cui ami divertirti, è vero che conduco una vita sana (non fumo, non bevo, sono magro magari dovrei mangiare più verdure ) ma vorrei lasciarmi più andare, stare più tempo fuori, dormire meno, fare più cose senza sentirmi distrutto... grazie!

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Quanto descrive lascia ipotizzare l'ittero benigno di Gilbert,
per il quale non è prevista alcuna terapia.
Il resto dei valori non è utile per esprimere altre ipotesi diagnostiche.

Le consiglio di perfezionare il tutto
richiedendo una visita specialistica gastroenterologica.
[#2] dopo  
Utente 211XXX

Iscritto dal 2011
Salve,
nelle seconde analisi che avevo fatto Ferro e Bilirubina erano rimaste invariate (quindi alte) inoltre le transaminasi AST e ALT si erano notevolmente alzate (ALT 89 e AST 64).
Ho fatto l'ecografia al fegato e non sono usciti fuori problemi particolari, se non un calcolo alle colicisti di circa 7mm.

Dovrò rieffettuare come detto dal mio medico tra qualche settimana tutte le analisi precedentemente fatte, dopo aver eseguito una dieta che ha previsto anche la totale rimozione per questo mese di alcool, farmaci, prodotti di erboristeria (di cui comunque non ho mai abusato e in ogni caso la dieta non mi ha portato giovamenti per ora).
Mi sembrerebbe strano, ma Lei crede che il calcolo alle colicisti riguardi i miei sintomi?
Inoltre mi è balenata in testa l'ipotesi di avere qualche intolleranza alimentare, ho eruttazioni frequenti e da qualche settimana dopo un forte mal di pancia di più di 5 giorni, avverto sempre gonfiore, lieve nausea e forte senso di cattivo sapore in bocca.
Quest'anno mi sono già capitati diversi periodi di disagi di questo tipo, quasi a mesi alterni, e mi chiedevo se potesse riguardare qualche intolleranza, che ne pensa?.
Grazie per l'attenzione
[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Non ritengo il calcolo colecistico responsabile di quanto descrive,
mentre è certamente utile verificare eventuali intolleranze.
[#4] dopo  
Utente 211XXX

Iscritto dal 2011
Salve ho una visita dal gastroenterologo prevista tra poco. Sara lui ad indirizzarmi verso i corretti esami da fare per le intolleranze alimentari o devo contattare il mio medico di base?
Purtroppo ho un po' di confusione a riguardo, anche perchè non ho ci capito molto riguardo gli esami delle intolleranze, alcuni miei amici ne hanno fatte, ma ho letto che quelle che hanno fatto loro non erano riconosciute in italia...
[#5] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Caro ragazzo
certo,
si affidi al percorso diagnostico che traccerà lo specialista.