Utente 369XXX
Salve a tutti i gentili dottori,
ho un problema, da circa 8 mesi ho come degli spasmi nell'area sternale (zona tiroide per intenderci). Io credo si tratti di extrasistole. Solitamente mi vengono o a riposo (quando sono seduto per un po' di tempo davanti al pc oppure quando sono steso sul letto e assumo determinate posizioni) oppure quando corro sul tappeto in palestra o faccio per abbassarmi o sedermi. Un anno fa a seguito di ecocardiogramma venne fuori un'ipertrofia ventricolare sinistra (62,5mm su limite massimo 56), che i medici attribuirono ad un eccessivo sforzo in palestra negli anni precedenti, e il colesterolo cattivo a 240 (compensato però da un altrettanto elevato livello di colesterolo buono). Da tre mesi ho deciso di ritornare in palestra, anche perché in sovrappeso, facendo corsa e pesi. Ho ripetuto pochi giorni fa un ecocardiogramma in cui è emerso che l'ipertrofia è sparita (ventricolo sinistro 52, quindi un cm in meno) mentre c'è stato un lieve incremento di aorta e spessore (ma entrambe nei limiti della norma); quindi a questo punto credo che l'ipertrofia di prima non c'entrasse niente con la palestra (anzi semmai la sedentarietà forse la peggiorava). A completamento ho effettuato anche Holter 24 ore (che ha rilevato 3 ectopie sopraventricolari che non ho nemmeno avvertito) e ECG da sforzo (regolare). Soffro inoltre di una forte esofagite (ma sono 10 anni che ce l'ho) e di un nodulo alla tiroide (che sto tenendo sotto osservazione senza assumere farmaci). Secondo voi da cosa possono essere causate queste extrasistole?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
E' possibile che vengano facilitate dall'esofagite della quale soffre....ma il suo non è un problema oggettivo perchè le extrasistoli delle quali parla sono sopraventricolari e numericamente insignificanti...è solo un problema di intolleranza soggettiva, ma per questo noi cardiologi non possiamo esserle di alcun aiuto.
Saluti cordiali