Utente 339XXX
Salve, da un paio di anni avverto dolore al petto, ho spesso i muscoli del collo e delle spalle infiammati e bruciore di stomaco (inoltre sono abbastanza ansiosa). Per sicurezza ho effettuato comunque un ECG secondo il quale "Azione cardiaca ritmica normofrequente. Toni validi. Pause libere. MV fisiologico su tutto l'ambito. Non rumori umidi. Non segni di scompenso".

A distanza di un anno un ecocardiografia: "AORTA: Diametro della radice 28 mm, dell'aorta ascendente (26 mm) e dell'arco nei limiti della norma.

VALVOLA AORTICA: Semilunari normali; velocità di flusso anterogrado nei limiti.

ATRIO SINISTRO: Volume nei limiti (area 13 cmq).

VALVOLA MITRALE: lieve inginocchiamento sistolico del LPM; Rapporto E/A fisiologico.

VENTRICOLO SINISTRO: Volume nei limiti (EDV 50 ml) con frazione di eiezione globale conservata (EF 65%); Spessori parietali nei limiti (IVST 8 mm, PWTd 7 mm) Non anomalie della cinesi regionale.

SEZIONI DESTRE: Atrio destro di volume normale. Ventricolo destro di volume normale con funzione sistolica nei limiti. Non valutabile PAPs per mancata visualizzazione del jet da rigurgito tricuspidale.

PERICARDIO: ndn

Vorrei sapere cosa si intende per lieve inginocchiamento; è necessario fare dei controlli? Il fatto che il PAPs non sia valutabile?

Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Cara signora l'eco è normale....è la sua ansia che deve curare e bene e per questo noi cardiologi non possiamo esserle di alcun aiuto.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 339XXX

Iscritto dal 2014
Gentile dottor Rillo, sì in effetti combatto da tempo contro l'ansia; a volte vince lei, a volte io, ma spero di riuscire a sconfiggerla del tutto, con un po' di pazienza. Il fatto è che questi dolori al petto a volte sono davvero forti e improvvisi (spesso quando sono tranquillissima), e anche se credo, in fondo in fondo, che si tratti di un sintomo psicosomatico, mi spavento un po' troppo.Questo è stato il motivo per cui ho deciso di indagare sul piano cardiologico. La mia dottoressa ha parlato di prolasso di valvola mitrale, quindi desideravo un parere da uno specialista, per sapere se in tal caso sia necessario effettuare dei controlli.

La ringrazio anticipatamente e Le auguro buona serata.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Il dolori che descrive non hanno alcun rapporto con il prolasso della mitrale.
Saluti