Utente 812XXX
salve
ho 21 anni e vorrei sottoporre alla vostra attenzione il mio caso.Comincio subito col dire che la mia ignoranza in materia non mi consentirà sicuramente di usare tecnicismi ma cercherò cmq di rendere bene l'idea. Da una diagnosi abbastanza "personale" mi sono accorto che il mio pene presenta caratteristiche simili a 2 patologie in particolare:FIMOSI SERRATA poichè il prepuzio non scorre come dovrebbe cioè non espone il glande neanche a pene flaccido;PENE ALL'INGIù. Non sono sicuro però della presenza di FRENULO CORTO anche perchè non so come individuarne i sintomi.
Premesso che,ovviamente,un consulto così impersonale come questo non è il modo migliore per affrontare il problema, volevo sapere:
-posso tenerlo così ed avere rapporti sessuali senza compromettere la salute del mio pene e qll della mia partner?poichè mi terrorizza l'intervento di circoncisione non nel mentre ma nel post(non sopporto sangue e dolori soprattutto in certe zone);
-nome ed indirizzo di un andrologo in zona taranto e se la visita è a pagamento;
-se l'intervento di circoncisione(qualora ne sussistano davvero i presupposti) è coperto dal SSN.
RINGRAZIANDOVI ANTICIPATAMENTE DEL TEMPOI CONCESSOMI PORGO DISTINTI SALUTI

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,

non bisognerebbe avere alcun timore a parlare con il proprio medico di famiglia riguardo problemi che possano interessare il prepuzio o la curvatura del pene.
se vuole veda alcuni casi su www.andrologia.lazio.it e veda se riconosce uno analogo al suo.
sarà il suo medico a consigliarle lo specialista a cui riferirsi o nell'ospedale o privatamente
cari saluti
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
come spesso ripeto da questo sito e vista la sua giovane età, approfitti di questi "disturbi-malesseri" e non sicurezze , per conoscere finalmente , se non ancora fatto, il suo andrologo di fiducia. Impari dalle sue compagne e dalle donne che la circondano che sicuramente ,alla sua età, già conoscono il loro o la loro ginecologa. Quindi via tutte le paure ed indecisioni! Poi per la scelta dell'andrologo chieda un consiglio al suo medico di fiducia, anche il nostro sito la può orientare ed eventualmente può consultare pure il sito ufficiale della SIA (www.andrologiaitaliana.it).
Un cordiale saluto

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com