Utente 335XXX
Buongiorno,
da 4 mesi soffro di vertigini soggettive. Ecco le visite effettuate, vi scrivo per capire se è necessario indagare anche il cardiocircolatorio:
- Ho eseguito esami vestibolari, hanno rivelato uno scompenso con nistagmo ma secondo i medici le vertigini non sono da attribuire a un problema dell'orecchio interno.
- Visita neurologica negativa. Visita Gnatologica: rilevato piccolo problema, serro eccessivamente i denti di giorno e di notte, ho un apparecchio che porto 22 ore al giorno. Mi hanno detto però che questo problema dovrebbe essere troppo lieve per causare le vertigini.
- Visita endocrinologica: scoperta tiroidite autoimmune. Sono alla ricerca del dosaggio corretto di Eutirox. Dall'assunzione le vertigini sono molto diminuite. Di recente ho dovuto interrompere il farmaco per sovraddosaggio, nell'attesa di ridosare ho dovuto sospenderlo.
Le vertigini sono tornate violentemente, per l'endocrinologo il mio ipotiroidismo subclinico è troppo lieve per scatenare le vertigini.

Oltre alle vertigini questa volta ho moltissima nausea, tanto che la sera non riesco a mangiare. Recentemente ho avuto anche un episodio di vertigini oggettive, molto violento.
Oggi continuano quelle soggettive, da appena sveglia senza interruzione.

Il mio medico di base non sa cosa farmi fare, zero assoluto. Mi chiedo a questo punto se sia necessario indagare anche il sistema cardiocircolatorio e se sì, in che modo.
Comincio davvero a essere spaventata, oltre al fatto che si tratta ormai di una condizione invalidante.

Ho la pressione bassa 90-100/60-65 con battiti mai oltre 60 per minuto; in seguito a sovraddosaggio di eutirox ho avuto episodi di extrasistole ma ora sono passati.
Potete indirizzarmi? cosa posso fare?
Grazie








Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Potrebbe esserci una relazione con i bassi valori pressori, che si accompagnano all'ipotiroidismo e a favore di questa ipotesi c'è il miglioramento clinico con la terapia assunta per il problema tiroideo e il ritorno dei sintomi alla sospensione....
Beva molta acqua, mangi un po' più salato e appena possibile riprenda la terapia su consiglio endocrinologico.
Saluti cordiali
[#2] dopo  
Utente 335XXX

Iscritto dal 2014
Grazie per la gentile risposta, vediamo come va. Che paura però.