Utente 350XXX
Egregi dottori

Scrivo per chiedere pareri riguardo la mia situazione
Sono un ragazzo di 26 anni, sono alto 177 cm e peso 72 kg.

Sono da poco in cura con cialis(2,5 mg anche se a volte ho aumentato un po la dose da 3 fino a 5 mg, tagliando la pastiglia) a causa di difficoltà a mantenere l'erezione in assenza di stimolo.

Ho sempre avuto una vita sessuale problematica,probabilmente anche per fattori psicologici.
Riesco ad avere un erezione e sono comunque sessualmente attivo dall'età di 16 anni, tuttavia spesso ho difficoltà a mantenere l 'erezione in assenza di stimolo fisico diretto(mani,bocca ecc),anche se a volte,se il rapporto si protrae un po più a lungo , tendo a perderla e riscontro notevoli difficoltà a terminare l'amplesso(anche se in un modo o nell'altro generalmente ci riesco).

Il cialis non sembra dare grossi risultati:all 'inizio notavo qualche miglioramento,ma dopo poco tempo mi sono accorto che l'assunzione di questo non faceva una grossa differenza rispetto a quando non lo prendevo.La grossa differenza che riscontro è quella di riuscire ad ottenere un erezione anche con delle semplici effusioni(quando si hanno ancora i pantaloni addosso per intenderci),ma il problema della perdita dell erezione in assenza di contatto persiste,inoltre varia molto da giornata a giornata.
Inoltre non ho un gran desiderio sessuale che tuttavia non riesco a classificare come calo della libido poichè mi sembra di essere stato sempre cosi,tranne forse nella primissima adolescenza.

Il mio medico propendeva per problemi di natura psicogena.

Ho eseguito una dopler(solo con pene a riposo però) e un ecografia del'apparato uro-genitale e questi sembrano nella norma.
Preciso che ho una curvatura congenita del pene e i testicoli un po mobili anche se ,per entrambi i problemi,il mio medico non ritiene necessario nessun intervento.

Ho anche eseguito alcuni esami ormonali di cui riporto i dati:
Testosterone totale 4,11 ng/ml
testosterone libero 21,20 pg/ml
LH 5,3 MIU/ML
albumina 4,6 g/100 ml
SHBG 34 NMOL/L
questi sono i piu recenti,quasi un anno fa avevo eseguito anche:

S-AST 31 U/L
S-ALT 54 U/L(sopra i limiti)
S-creatinina 1,1 mg/dL
S-PROLATTINA 7,6 microgrammi/L
S- estradiolo E2 77 pmol/L
S- tesosterone 20,08 nmol/L

Da quel che leggo i valori,soprattutto di testosterone totale e libero,per quanto nei limiti, sono abbastanza bassi ,specie visto che ho 26 anni.

Non so se possa essere importante comunque preciso che sono anche affetto da cheratocono bilaterale(e infatti il cialis mi causa sempre occhi molto rossi e forse anche un leggero calo del visus da lontano)

Posto che un problema di natura psicologica probabilmente esiste e che si è andato a ingigantire nel tempo, vorrei sapere se,visti i risultati degli esami, è possibile che io sia affetto anche da qualche problema di natura organica ed eventualmente come comportarmi ora.

Vi ringrazio
distinti saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

tutto quello che ci scrive, anche se la nostra valutazione purtroppo non prevede un esame obbiettivo diretto, farebbe pensare ad un problema psicologico; anche i livelli di testosterone totale e libero con valori ematochimici ridotti potrebbero semplicemente indicarci una situazione di ansia e stress cronico.

Detto questo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html

http://www.medicitalia.it/salute/andrologia/111-disfunzione-erettile.html

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 350XXX

Iscritto dal 2014
Gentile Dott. Beretta

Grazie per la celerità con cui ha risposto.

Se mi permette vorrei chiederLe in proposito:

1)se fosse ansia o stress,una volta passati questi(facile...) il quadro ormonale migliorerebbe?
2)L'ansia e lo stress cronico in questo caso non potrebbero essere una conseguenza piuttosto che la causa dei bassi livelli ormonali?

3)come posso escludere con relativa certezza che non si tratti di problematiche organiche?

Non è per dubitare della sua parola anzi,conoscendomi ansia e stress potrebbero senz'altro avere un ruolo chiave nel determinare i miei problemi,tuttavia proprio quando mi ero quasi convinto che fosse tutto nella mia testa, l'esame del testosterone mi ha messo molti dubbi.

La ringrazio ancora
Distinti saluti
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ai primi due quesiti un sintetico sì al primo ed un no al secondo.

All'ultima domanda penso che già l'iter diagnostico seguito sia sufficiente per confermare un possibile problema non organico.

Ancora un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 350XXX

Iscritto dal 2014
Grazie ancora dottor Beretta