Utente 379XXX
Buongiorno, sono un ragazzo di quasi vent'anni e da tre anni ho scoperto di essere allergico. Nato praticamente con il raffreddore dopo aver eseguito vari test mi hanno diagnosticato un allergia alle graminacee con 4+ e ad altre varie piante.
Ho iniziato a prendere il Cerchio (antistaminico), l'anno successivo ho provato anche Aerius per vedere se fosse più efficace ma non mi sembra proprio. L'anno scorso l'allergologo mi ha consigliato Pafinur dicendomi che è quello più efficace contro le graminacee. Ma non mi sembra proprio!!! Prima di ritentare con il Cerchio mi ha consigliato di tentare con Robilas. Vorrei un consiglio prima di cambiare nuovamente (vorrei chiarire che non cambio antistaminico così facilmente ma la decisione viene dopo lunghi periodi in cui faccio veramente fatica a venirne fuori). Penso che forse l'anno prossimo mi convenga pensare al vaccino anche se la mia mamma ha un pò paura. In attesa di una risposta vorrei ringraziare veramente di cuore per questa opportunità di contattare voi medici competenti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Paolo Fancello
24% attività
8% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
il motivo per cui l'antistaminico non è efficace è molto semplice, da solo fa 1/3 del lavoro. La terapia dell'allergia alle graminacee si basa: 1) evitamento dell'allergene per quanto possibile 2) uno spray nasale a base di cortisone inalatorio 3) antistaminico per os anche a dosaggio doppio se necessario 4) lavaggi nasali con soluzione salina 5) se non responsivo alla precedente terapia cortisonici per via sistemica per qualche giorno.
l'opzione vaccino è estremamente importante. Io sono d'accordo, e soprattutto tranquillizzerei la mamma, perchè oramai ci sono vaccini orali per i quali i rischi sono praticamente nulli.