Utente 379XXX
Salve a tutti. Sono un ragazzo di 25 anni, ex sportivo a livello agonistico, non fumatore, non bevitore, normopeso. A seguito di un breve episodio di sospetta tachicardia parossistica sopraventricolare, ho eseguito un esame Holter oltre che visita cardiologica comprendente ecg a 12 derivazioni ed ecocardiogramma, a conclusione della quale sono stato rispedito a casa con estrema tranquillità. Nonostante ciò ci sono due aspetti dell'holter che non ho chiaramente compreso e per tanto gradirei se possibile ulteriori delucidazioni al riguardo. Ne approfitto per riportare le informazioni dell'intero referto:

FREQ CARDIACA

minima, 1 intervalli 40 bpm at 2:14

massima, 1 intervalli 149 bpm at 13:19

media 24 ore 66 bpm

minima oraria 51 bpm at 3:00

massima oraria 91 bpm at 11:00


ECTOPIA SOPRAVENTRICOLARE E VENTRICOLARE completamente assente


VARIABILITA FREQ. CARDIACA

SDNN 24 ore 196

indice SDANN 179

indice SDNN 77

rMSSD 49

pNN50 27

potenza spettrale 24 ore 5560.6

potenza spettrale minima 1486.1

potenza spettrale massima 9467.1



ANALISI SEGMENTO ST

minuti totali ST CA 1 0

minuti totali ST CA 2 0

minuti totali ST CA 3 0

depressione assoluta MAX ST nessuno


elevazione assoluta Max ST + 3.0 3:29@CH 3

episodio di massimo ST nessuno

FC max in episodio ST 0



BRADICARDIA:
pause in eccesso di 2.4 sec 0

pausa massima nessuno


QT

QT max 439 ms ( Ca.1)

QTc Max 461 ms

ora di Max QT/QTc alle 04:49 FC 60 bpm

ventricular escape nessuno


Mi destano preoccupazioni (ovviamente per mancanza di conoscenza al riguardo) i valori del tratto QT MAX E ATc max riscontrati ( temo siano oltre i limiti) e quello dell'elevazione assoluta max ST +3.0.

sareste cosi gentili da esprimere un vostro parere?

Grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Caro signore
i dati dell'Holter vanno corretti dall'operatore che lo legge e quindi non ha valore quello che la preoccupa...deve semplicemente fare affidamento alla risposta fornita. Mi permetto però di dirle che ai fini diagnostici l'Holter ha grossi limiti e se nelle 24 h della registrazione non si sono verificati episodi di tachicardia come quelli per i quali ha fatto l'esame il valore diagnostico negativo è nullo (potrebbe comunque avere aritmie anche se non sono state documentate).
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 379XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio molto Dr. Rillo per la risposta e la chiarezza. Mi premeva molto tranquillizzarmi riguardo ai valori che le avevo segnalato. Per quanto riguarda l'episodio di TPSV in base alla descrizione che ho fornito al cardiologo, lui sostiene di esserne certo che si tratta di questo tipo di aritmia. Ha però aggiunto che siccome mi è capitato una sola volta in 25 anni, si è risolta spontaneamente nel giro di un paio di minuti e l'ho tollerata senza particolari fastidi per adesso non c'è necessità di studio elettrofisiologico. Per tanto mi consiglia di continuare a svolgere la vita di sempre, con eventuale sport agonistico, ma di ripetere vari Holter durante l'anno e magari effettuare altre prove da sforzo oltre quella solita eseguita per l'idoneità sportiva ad inizio stagione. Inoltre mi ha anche riferito che il problema potrebbe essere stato favorito da reflusso gastrico ed ernia iatale che mi sono stati diagnosticati tempo fa e che fungerebbero da trigger. Lei è dello stesso parere? Un eventuale ripetersi dell'evento durante una partita di calcio non potrebbe causare nulla?
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Sostanzialmente mi sento di condividere...se il problema si ripresenta approfondirà....
saluti
[#4] dopo  
Utente 379XXX

Iscritto dal 2015
Perfetto...La ringrazio di nuovo!