Utente 813XXX
Salve sono una ragazza di 18 anni e ho studiato canto per un anno..però ad un certo punto ho dovuto fare dei controlli da vari foniatri xkè la voce era un pò rauca e più bassa..mi è stato diagnosticato: diaframma disfunzionale, deglutizione atipica,distorsioni fonetiche modesti ispessimenti modulari tra 3 medio e 3 anteriore..dopo 10 giorni di silenzio i noduli erano spariti..dopo un ulteriore visita è stato rilevato solo un micro isspessimento...mi è stato detto che per cantare devo imparare prima a respirare con il diaframma x questo faccio logopedia...intanto dopo averlo fatto per tanto tempo diciamo.. se provo a cantare noto che l'estensione non è più la stessao ma è diminuita e ultimamente devo un pò sforzarmi per prendere le note alte ( cosa di cui prima non avevo bisogno ) e noto anche una sorta lievissima di pizzichio...volevo sapere se è tutto normale questione di riabitudine e per poter cantare devo per forza allenare la voce e le corde vocali o è strano che la voce non è più "potente" come prima e sento una sorta di fastidio in gola?sarbbe opportuno un'altra visita medica?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo De Luca
24% attività
0% attualità
0% socialità
SAN SALVO (CH)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2008
Innanzi tutto bisogna vedere che tipo anatomico di corde vocali hai, perchè se ad esempio le tua corde vocali sono anatomicamente da contralto non potrai mai cantare da soprano, anche se comunque riesci ad avere degli acuti, questo si vede semplicemente con la visita, inoltre devi fare un esame elettroacustico della voce per vedere qual'è la tua frequenza fondamentale, quindi il tuo registro voicale, infine devi ecludere la presenza di una eventuale patologia laringea dipendente da un reflusso gastroesofageo. Fatto questo con una buona rieducazione potrai cantare senza problemi.