Utente 358XXX
Buonasera,

Nel mese di gennaio ho avuto un rapporto sessuale protetto con preservativo con una prostituta. Tuttavia vorrei capire se ho avuto comunque dei comportamenti sessuali ritenuti a rischio oppure se la mia è solo una sorta di ipocondria.

Il preservativo è stato utilizzato dall'inizio alla fine, anche se l'erezione non è stata del tutto completa, direi parziale. Nonostante questo, a fine rapporto, una volta estratto il pene il preservativo non si è sfilato. Nella procedura di rimozione del preservativo purtroppo credo di aver toccato eccessivamente la parte esterna del lattice(quella a contatto con le mucose vaginali), tuttavia una volta estratto il condom il glande era coperto completamente dal prepuzio, e non credo di aver toccato direttamente con le mani la punta del glande (il fatto è successo qualche mese fa, non ricordo i dettagli).
Il rapporto si è verificato intorno al mese di gennaio, e chiedo queste informazioni perché ho recentemente avuto un infiammazione al glande (per la quale mi è stata prescritta una crema antimicotica con cortisone dal dermatologo) e ho i linfonodi inguinali leggermente gonfi, "duri" e indolori.

Fatte queste premesse ora mi chiedo:

1) E' possibile che, data la parzialità dell'erezione, parte del liquido vaginale (che non credo fosse in abbondanza) si sia infiltrato durante il movimento dell'atto sessuale nel preservativo provocando un infezione?

2) che un eventuale contatto glande mano seppur lieve possa provocare un infezione?

3) è probabile un eventuale correlazione tra i linfonodi inguinali?

4) senza avere la pretesa di avere la sicurezza al 100%, quanto ritenete ORIENTATIVAMENTE, che il rapporto che ho descritto possa essere a rischio?

grazie anticipatamente per la risposta.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente
Molto semplicemente:
Se il rapporto è stato protetto il rischio HIV non esiste.
Permane il Rischio per altre MST non HIV.
In caso di ulteriori dubbi scelga la visita venereologica per massima serenità e per un controllo adeguato.
Cari saluti