Utente 100XXX
Salve descrivo in breve il mio quadro clinico:
Soffro di EP da sempre quindi primaria, ho usato paroxetina per 7 anni con discreti risultati anzi direi positivi ma ho deciso di smetterla per vari motivi(non esserne piu dipendente,cercare una soluzione piu psicologica).Non voglio usare priligy.A breve incontrerò il mio sessuologo per diciamo riaggiornarci.Veniamo al punto.

Vorrei provare gli esercizi di Kegel che mi sono gia stati prescritti dallo psicoteraupeta ma mai fatti xkè usavo il farmaco ed era il mio unico rifugio e il piu semplice.
Specialisti di questo sito hanno giustamente detto di evitare il fai da te...di essere seguiti da uno specialista e che siano sati prescritti.
A me sono stati prescritti dal sessuologo,non dall'andrologo va bene lo stesso o è meglio passare dall'andrologo per sicurezza?
Se no va bene il fai da te chi me li insegna?sessuologo andrologo o fisiatra?e dove?
Ho letto sul web che vanno eseguiti a vescica svuotata mentre il sessuologo mi ha detto di interrompere per 3 volte la minzione urinaria...4 volte al giorno...ma allora non è a vescica svuotata.!!!
Aiuto non capisco piu nulla.
Ci sono delle letture specifiche ufficiali che spiegano dettagliatamente gli esercizi?anche lo yoga puo aiutare vero?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

ma se "a breve incontrerà il suo sessuologo per, diciamo, riaggiornarvi", è bene chiedere a lui, il suo specialista di riferimento, come, quando, se e con chi deve eseguire gli esercizi di Kegel.

Comunque, se vuole avere un aiuto preliminare in questa direzione, le consiglio di leggere un testo di sessuologia "storico", scritto dalla dottoressa Helen Kaplan, dal titolo "Nuove terapie sessuali" e, credo, editato dalla Feltrinelli, dove può trovare in modo preciso e dettagliato, naturalmente al capitolo "Eiaculazione precoce", quello che lei dovrebbe fare.

Detto questo poi comunque le ricordo che ogni andrologo o sessuologo, in funzione della situazione clinica particolare che incontra e della sua esperienza clinica personale, può darle anche delle indicazioni personali e particolari e di questo non deve stupirsene; si ricordi che la disciplina medica non è solo scienza ma è anche arte.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
Aggiungo qualche riflessione a quelle del dr. Beretta.

l'eiaculazione precoce, è una disfunzione sessuale della fase dell'orgasmo e va diagnosticata dall'andrologo, a seguito di visita specialistica, poi la terapia si stabilisce di conseguenza.

Solitamente andrologo e sessuologo lavorano in team.


Vi sono svariati tipi di e.p., anteportas, intrapostas( fuori o dentro l'ambiente vaginale), primaria, secondaria, assoluta, situazionale, da trattare in modo diverso.

Sarebbe opportuno conoscere lo IELT( tempo di latenza eiaculatoria intravaginale) e le emozioni associate alla sfera della sessualità e della sua dimensione di coppia.

In psico/ sessuologia inoltre, la prima tappa è porre una diagnosi, poi una prognosi ed infine un protocollo terapeutico, tappe assolutamente necessarie e non invertibili dal punto di vista temporale, la ginnastica pelvica avulsa dalla psiche e dalla coppia e, soprattutto fai da te, non serve a nulla!

Sarebbe un grave errore, amplificato da una miopia clinica, ricorrere a farmaci, sicuramente molto efficaci, ma sintomatici, se non si rispetta la scaletta diagnostico-terapeutica.

La terapia non può essere " organo/ focalizzata".

Una scrupolosa diagnosi clinica inoltre, può quantizzare ed investigare gli "aspetti ansiogeni" sempre presenti nel disagio sessuale, comprendendo inoltre se sono " causa o effetto" della disfunzione.

Le allego del materiale ed un canale salute sull'e.p da poter consultare

http://www.medicitalia.it/salute/eiaculazione-precoce
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/3854/Si-http://www.medicitalia.it/salute/eiaculazione-precoce-prevenire-l-eiaculazione-precoce-Quell-incontrollabile-fretta-del-piacere
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1358/Eiaculazione-precoce
[#3] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
Gentili dottori Beretta e Randoni graziie per le vostre tempestiva risposte.
Non vorrei dilungarmi a lungo con molti quesiti anche perchè ho visto che il dottor Beretta esercita a Milano e quindi prenoterò una visita per parlare personalmente..pongo una domanda per fare un confronto di opinioni tra specialisti.

C'è chi propone gli esercizi di kegel a vescica svuotata e chi invece consiglia di farli interrompendo la minzione 3-4 volte...qualìè il Vostro parere personale?

Come da Lei detto dottor Beretta la la disciplina medica non è solo scienza ma è anche arte ma in questo caso mi sento di non essere d'accordo in quanto le 2 metodiche sono in totale contrasto tra loro e c'è chi dice che fare i kegel a vescica piena sia addirittura controproducente e possa creare seri problemi (mi sembra una cosa da non sottovalutare)

grazie buongiorno
[#4] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Ottima idea prenoti dal dr Beretta,e' in ottime mani.

Sarà lui, unitamente allo psico-sessuologo ad indirizzarla vero il percorso più adatto alla sua storia clinica e sessuale.

Non è detto che le serva il keghel

Lei chiede di terapia, senza diagnosi
[#5] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
La mia storia clinica sessuale l'ho gia brevemente descritta nel post iniziale, la diagnosi andrologica iniziale è stata severa eiaculazione precoce e l'andrologo mi ha mandato da uno psichiatra e sessuologo il quale mi ha prescritto paroxetina che ho preso x 7 anni,emla crema,esercizi di kege,l che però non ho mai fatto perchè avevo il salvagente del farmaco.
Ho solo chiesto un parere su gli esercizi di Kegel per confrontare piu risposte e nel suo caso dottoressa Randone non me lo ha dato.
Mi scusi ma mi viene da pensare che gli interventi degli specialisti su questo portale siano piu mirati ad avere piu clienti invece che soddisfare i dubbi degli utenti!
Ipotesi detratta dal fatto che uno fa una domanda e la risposta che viene data è:vada dall'andrologo o vada dal sessuologo...io avevo chiesto un parere molto semplice.
Grazie buongiorno
[#6] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Non ho nessun problema a dirle come fare il keghel, lo trova anche online

Non è detto che le serva..

I quadri clinici, si rivalutano, si osservano ed i pazienti si visitano

In clinica si chiama follow up del paziente e dalla terapia

[#7] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
Il keghel mi è stato prescritto da un suo collega sessuologo all'interno di un percorso terapeutico e quindi avrà avuto le sue ragioni per farlo.se poi funzionerà del tutto, in parte o meno lo saprò solo dopo aver provato.
Non sto cercando di curare l'EP da solo e con i keghel...sto cercando di capire il giusto modo per eseguire alcuni esercizi visto che online c'è chi dice che vanno fatti a vescica vuota e chi dice a vescica piena.
Credo che lo scopo di questo portale sia quello di fugare i dubbi degli utenti tramite l'intervento di specialisti del settore i quali dovrebbero essere sicuramente piu affidabili e veritieri di un articolo trovato online o di un video su youtube.
La sua risposta "Non ho nessun problema a dirle come fare il keghel, lo trova anche online" non mi sembra appropriata e costruttiva a risolvere un quesito o un dubbio.
Grazie comunque per il tempo dedicatomi e buon lavoro
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

non sappiamo chi lei ha consultato e soprattutto cosa lei ha compreso e quindi difficile è per noi entrare in contesti conflittuali, come quelli da lei proposti.

Il modo corretto per fare gli esercizi di Kegel comunque, secondo il mio punto di vista, lo trova sul testo di sessuologia che le ho già consigliato e a quello la rimando per una attenta e costruttiva lettura che eventualmente potrà sviluppare e fare anche con il suo o i suoi specialisti di riferimento.

Ancora un cordiale saluto.
[#9] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio dottor Beretta per la sua indicazione,spero che questo testo medico scientifico faccia chiarezza sulla questione.grazie