Utente 313XXX
Salve, ho 34 anni e da 6 soffro di reflusso ge. Ho letto l'articolo sulla maggiore incidenza in questi casi di fibrillazione atriale. Ha eseguito un controllo cardiologico due anni fa per assicurarmi che i disturbi che provavo a livello del petto fossero dovuti al reflusso infatti è tutto risultato nella norma. Volevo sapere è opportuno continuare a fare dei controlli regolari? A parti alcuni casi di cardiopalmo,penso dovuti all'ansia, non ho disturbi e la mia pressione è sempre bassa. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non è il caso di andare alla ricerca di cause differenti, visto che la valutazione cardiologica è stata negativa e la presenza di reflusso giustifica i suoi sintomi....per la fibrillazione atriale non c'è rapporto diretto tra le due cose...l'FA è un'aritmia che è dovuta ad alterazioni anatomiche e funzionali del sistema elettrico del cuore e il reflusso (come tantissime altre condizioni) solo solo fattori favorenti, ma la FA si manifesta anche indipendentemente dai problemi dell'apparato gastroenterico.
Saluti cordiali