Utente 949XXX
Gentili Dottori,
nel mese di ottobre mi sono recata in pronto soccorso per dei dolori acuti nella regione sacrale dopo essermi recata precedentemente dal mio medico condotto il quale mi ha prescritto una pomata a base di cortisone e antibiotico senza parlarmi di infezione della cisti sacrale(che a mio avviso ha provocato l'apice del dolore e del gonfiore...
Il chirurgo che mi ha visitata ha subito effettuato, senza anestesia, l'incisione della cisti lasciando poi la ferita aperta.
Sul referto medico si consigliava visita chirurgica dopo fase acuto per intervento operatorio ora però vivo nel dubbio: farmi operare per l'asportazione definitiva oppure vedere se vi è recidività d'infezione...come suggerito da alcuni chirurg durante le medicazioni. ?
inoltre è possibile chiedere la suturazione della ferita o questa tecnica varia da "fonti di pensiero"?? anche perche se le medicazioni per la sola incisione sono state per me abbastanza dolorose non immagino le altre...e in fondo è proprio questo motivo che mi blocca nella decisione di eseguire loperazione.
Ringraziandovi anticipatamente porgo i miei distinti saluti
Ilenia

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Se e' presente una cisti pilonidale l' indicazione all' asportazione e' corretta. La tecnica non dipende solo da fonti di pensiero ma anche dalle condizioni locali della cisti e dei tessuti.La decisione ovviamente deve essere sua, nella consapevolezza che non asportando la cisti una nuova fase acuta e' probabile con le conseguenze che conosce. Auguri!
[#2] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Concordo con il Collega. L'intervento di fistulectomia è indispensabile e va praticato a distanza di episodi acuti, situazione più favorevole al successo della tecnica con sutura.
[#3] dopo  
Dr. Claudio Bernardi
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2003
Purtroppo quando una cisti sacrococcigea si è infettata è assai poco probabile che l'infezione non si riproponga nuovamente. Mi associo quindi anch'io ai colleghi consigliandole l'intervento di asportazione quando le condizioni locali lo consentiranno.
distinti saluti
Dott. Claudio Bernardi
Chirurgia Plastica
http://www.clau diobernardi.