Utente 625XXX
Mio marito di 66 anni dopo un infarto della regione infero laterale nel 1991, subì un intervento di triplice by pass nel 1998 in cui furono utilizzate due mammarie e una safena . La settimana scorsa ha effettuato una coronaragrafia che ha evidenziato :
Pressioni aorta : 184/94
una FE 40;
CORONARIA SX: TC indenne,IVA stenosi del 80% tratto prossimale coinvolgente la biforcazione con due rami Diagonali ben sviluppati.
IVA media occlusa e rivista attraverso il by-pass in AMIS;
CX vaso occluso all'origine. Primo ramo MO parzialmente rivisto attraverso circolo collaterale omocoronarico. IVA prox : stenosi 70%
1° Diagonale stenosi 70%; CFx Prox restenosi 100%.
CORONARIA DX vaso occluso al tratto prossimale. Il tratto medio- distale è rivisto attraverso il by-pass in AMID e presenta stenosi all' 80%, CDx Prox: vaso occluso.
Ventricolo sin volume: lievemente aumentato;
V SIn Cinesi globale : moderatamente depressa
A-L basale :normale
A-L medio : normale
Apicale: normale
Diaframmatico: acinetico
Post basale: acinetico
Mitrale :rigurgito moderato (2+)
Altre opacizzazioni:
Amis su IVA: esente da lesioni l'origine, il corpo e l'anastomosi distale.
AMID su Coronaria dx: l'arteria nasce da una succlavia lusoria con origine dall'arco lateralmente all'origine dell'arteria succlavia sx.esente da lesioni l'origine, il corpo e l'anastomosi distale.
Graft venoso singolo su ramo MO: occluso all'origine. Graft Venoso Singolo : vaso occluso 100%, ramo MO.
La diagnosi di dimissione è stata:Cardiomiopatia ischemica : malattia di graft coronarico: Ipertensione arteriosa ST III OMS; Dislipidemia
L'indirizzo terapeutico è stato solo la terapia medica.
Mio marito non avverte dolori anche sotto sforzo , con questa situazione vi chiedo cosa si potrebbe fare oltre la terapia medica? . E' possibile rifare i by- pass? E cosa è la malattia di Graft coronarico?
Vi ringrazio anticipatamente per le vostre risposte.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Il bypass in vena impiantato non funziona più, è chiuso all'origine, ma un circolo collaterale ha pensato a vicariare la sua funzione. Entrambe le arterie mammarie funzionano.

Sebbene non abbia visto il film, mi sembra che la scelta dei colleghi sia ineccepibile.

Il paziente deve proseguire la terapia medica cercanfo di limitare i fattori di rischio.

In bocca al lupo.
[#2] dopo  
Utente 625XXX

Iscritto dal 2008
Grazie dottore per la sua rapida risposta, mi ha molto sollevata perché pensavo che la situazione fosse molto critica. Adesso dovrà, oltre la terapia medica, stare attento all'alimentazione e tenere sotto controllo la pressione, che purtroppo, nonostante tutte le medicine che prende è sempre un poco alta.
Cordiali saluti