Utente 380XXX
Salve, scrivo perché sono davvero preoccupato, dopo essere apparsa una macchia bianca sul glande (ne dolori, né niente, piatta e senza differenze al tatto) di piccole dimensioni che durante l'erezione o in alcuni periodi della giornata tende a scomparire (non del tutto ma si fa fatica a riconoscere anche perché in queste situazioni prende per il 95% il colorito della pelle attorno) ho fatto una visita da uno specialista dermatologo venerlogo (secondo quanto consigliato da molti articoli su internet anche su questo sito che lo indicavano come figura medica adatta a queste cose) che ha escluso qualunque patologia (anche lichens) e mi ha detto essere una cosa normale che può capitare e quindi una situazione fisiologica e non patologica! Però su internet continuo a vedere un sacco di link, articoli e risposte di casi in cui il lichen si manifestava con queste macchie. Ora dato che su internet sembra impossibile trovare un'altra spiegazione ad una macchia sul glande di natura fisiologica e non patologica vorrei chiedere a voi cosa può essere a livello tecnico?( limitatamente alla mia assoluta ignoranza in materia) E se ci potrebbe essere un'evoluzione della macchia verso un lichen o dato che alla visita mi è stato assolutamente negato vuol dire che non ci può essere legame! E vorrei anche chiedervi se nella vostra carriera vi è capitato di avere pazienti con suddette macchie che fossero anch'esse solo fisiologiche nonostante la comparsa e quindi non legate al lichen! Grazie mille! Ps: aggiungo che il dottore che mi ha visitato mi ha fatto notare che di queste parti di diverso colore ce ne avessi molte altre sul glande senza mai essermene accorto in quanto non erano accentuate come questa! È stabile da circa due mesi ormai nella stessa grandezza! Aggiungo se potesse essere utile che ogni tanto raramente accuso dolori brevi e di scarsa intensità al pene in parti diverse (ma ripeto molto sporadici), che essendo io in questo momento affetto da pubalgia sono stati associati a questo dal fisiatra. Per favore attendo risposta perché sono davvero ansioso per questa cosa dato che non riesco a dare una spiegazione, cioè lo specialista mi ha fatto notare come io abbia nella zona altre cose simili, ma ora ogni minimo scolorimento che vedo sul prepuzio o sul pene che magari c'erano già da prima mi faccio mille film! Chiedo quindi un minimo se possibile di rassicurazione sul fatto che sia possibile che una macchia bianca sul glande non sia nulla di patologico ma solo una cosa fisiologica! (Non una diagnosi ovviamente ma semplicemente la possibilità di questo evento)! Perché sul serio su internet non c'era scampo o vitiligine o lichens o funghi! Attendo risposta, grazie!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentilissimo,

Escludendo i "funghi" (un luogo comune errato che diano macchie bianche sul glande) direi che le altre ipotesi vadano escluse in sede specialistica elettiva quale quella venereologica.
Nessuna ansia immotivata poiché potrebbe trattarsi anche di condizioni parafisiologiche ma produca la visita in tempi ragionevoli.
Per info generali
www.lichenscleroatrofico.it
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 380XXX

Iscritto dal 2015
Anzitutto grazie mille per la risposta! Secondariamente volevo dirle (probabilmente ho formulato male la domanda io) che la visita specialistica dermatologica l'ho già effettuata, ed è stato escluso il lichen! Ribadisco come il dottore di queste macchie me ne ha fatte notare molte altre ma che si notavano molto meno però. Detto questo è possibile che sia una cosa solo fiseologica? Le è mai capitato? Ps: il medico ha anche aggiunto che questa macchia potrebbe espandersi o restringersi senza che ci sia necessariamente alcuna situazione patologica. È possibile? Grazie mille in anticipo, attendo risposta.