Utente 939XXX
Buongiorno. Ho 48 anni e quando ne avevo 25 ho avuto un'epididimite curata in ritardo. Da allora ho sempre avuto i testicoli doloranti al tatto. Da circa un anno avverto dolore al testicolo sx. Oltre a generica pesantezza, ho l'impressione che il dolore interessi in qualche modo l'innervazione verso inguine e coscia. Mi sono rivolto ad uno specialista che mi ha prescritto un'ecografia scrotale da cui è risultata una dimensione ridotta del testiocolo di sx. Nè varicocele o problemi alla prostata. Mi sono stati prescritti antinfiammatori ed antidolorifici all'occorrenza. Sei mesi addietro, considerato che il dolore anzichè diminuire era praticamente costante e si era esteso anche all'altro testicolo, mi sono rivolto ad un altro specialista che mi ha prescritto spermiocoltura (esito negativo) ed il controllo di luteotropina, follitropina, testosterone, prolattina, psa e testosterone libero che sono risultati tutti nella norma, salvo il livello di testosterone libero(8,3 pg/ml), leggermente inferiore al range. Il medico mi ha prescritto una cura di testosterone in gel ma ho avuto l'impressione è che neppure lui sia stato in grado di individuare la causa del dolore. L'unica cosa di cui mi rendo conto è che il dolore è in relazione con l'innalzamento dei testicoli all'interno della sacca: praticamente i miei testicoli sono quasi sempre contratti ed il dolore scompare quando riscendono nella collocazione normale

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
solo un accurato esame clinico potrebbe confermare il sospetto diagnostico cui Lei da solo sarebbe giunto. E cioè che si possa essere di fronte ad un caso di cosiddetta "sindrome del testicolo in ascensore". In poche parole, il o i Suoi testicoli sarebbero predisposti a risalire in maniera abnorme nel canale inguinale, dietro stimoli di svariata natura, più o meno pesanti (attività sportiva, guida di auto e motoveicoli, camminare o stare seduti a lungo, saltare, attività sessuale, la semplice esposizione al freddo etc etc).
Le cause di questa abnormne risalita, che vista la Sua età, dovrebbe poter risalire a molti anni orsono, sono diverse ma essenzialmente riconducibili a cause anatomiche di alterata fissazione del testicolo o di particolare brevità o ipertrofia della componente cremasterica del funicolo spermatico.
Potrebbe approfondire insieme al Suo Medico di fiducia questo aspetto del problema e controllarne la reale portata.
Auguri affettuosi per tutto e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO