Utente 379XXX
Buongiorno. Sono stato da un urologo per leggeri disturbi urinari portando con me gli esami del sangue e un ecografia all'addome(pancreas). Lo stesso mi ha diagnosticato una prostata adenomatosa x1,7 nonché micromaturia e leucocituria.
Mi è stato prescritto dall’urologo: Silodyx8 e Avodart e fra un mese una serie di esami delle urine, ecografia e uretrocistografia.
Sono un maschio di 60 anni, diabetico, obeso, con moderata attività sessuale.
Le chiedo se l’ingrossamento della prostata è reversibile o solamente contenibile.
Inoltre, visti gli effetti collaterali dei farmaci prescritti e quindi non desiderando procedere con questa prescrizione, le chiedo se esistono terapie alternative.
Grazie in anticipo per l'eventuale risposta.
[#1] dopo  
Dr. Andrea Militello
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Brutta domanda

la situazione è contenibile ma difficilmente reversibile

per gli effetti collaterali si può ovviare con sostanze non chimiche che chiaramente hanno anche effetti minori

io direi, esegua la cura per almeno 45/60 giorni e poi si deciderà
[#2] dopo  
Utente 379XXX

Iscritto dal 2015
Cosa intende per sostanze non chimiche ?
Nei 45/60 giorni ci saranno ripercussioni nella mia vita sessuale?
Gli esami li faccio? e a cosa possono portare? (urinocoltura, ecografia reno/vescicale, citologia urinaria, uroflussometria)