Utente 232XXX
Salve vorre esporvi il problema che da un pò mi affligge.
Tutto è iniziato la sera del 6 gennaio, vado a letto e dopo un poco il cuore comincia a battere forte, non forte nel senso di più veloce ma forte nel senso che mi pareva di avere un tamburo nel petto e in alcuni momenti il cuore sembrava che perdesse il ritmo. Allarmata il giorno dopo sono andata da dottore e gli ho spiegato la cosa, lui mi ha provato la pressione e mi ha oscultato avvertendo come ha detto che avevo delle extrasistole, sono fastidiose ma non pericolose e mi ha chiesto se stavo passando un periodo particolare e io ho detto di no e per sicurezza mi ha prescritto l'esame holter.
L'ho fatto ed ecco cosa è stato scritto:

Ritmo sinusale ferq. media 88/min (max 139/min min 62/min)
Extrasistolia sopraventricolare frequente, raramente ripetitiva con alcune coppie e triplette, anche in corrispondenza degli episodi segnali dalla Paziente. Un episodio di tachicardia SV di 5 battiti.
Assenza di pause patologiche.
Non modificazioni del tratto ST

Ho eseguito 1 anno fa le analisi del sangue e gli unici punti sballati erano
Conc. media emoglobina (MCHC) 31.1 < valori di riferimento 33.0 - 37.0
Antitrombina III 76< valori di riferimento 80-120
Colesterolo totale 205 > valore di riferimento <200
Fosfatasi alcalina 31< valore di riferimento 35 - 105
In entrambi i casi il medico non ha riscontrato niente di allarmante

Il problema e che continuano ancora oggi sopratutto alla mattina appena sveglia, poi anche se le avverto durante la giornata non mi danno fastidio e ricominciano a darmi fastidio verso sera con una sensazione fastidiosa alla pancia. Il mio problema è che sono molto ipocondriaca e tutte le volte che mi succede penso sempre in ansia e penso sempre al peggio.
Aspetto vostre notizie
Cordialmente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Cara signora
sembra proprio che il suo reale problema sia l'ansia a rendere poco tollerate le extrasistoli, che di per sè hanno tutte le caratteristiche per essere benigne... sebbene per conferma sarebbe opportuno eseguire anche un Ecocardiogramma, che le consiglio.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 232XXX

Iscritto dal 2011
Mi scuso per il ritardo, ma grazie per aver risposto in modo così veloce.
In fondo so che sono dovute per lo più da ansia, ma mi insorgono sopratutto quando sono rilassata.
La cosa fastidiosa è che le avverto sopratutto quando sono sdraiata oppure quando sono appena sveglia, è normale tutto questo? C'è un modo per farle diminuire?
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Per farle diminuire deve essere meno ansiosa....