Utente 813XXX
Sono il papà di un ragazzo di 13 anni il quale ad agosto cadendo dalla "bici", ed urtando contro il manubrio sull'inguine lato sx si procurava un ematoma e ............... questo avveniva nella provincia di Rieti.
Noi siamo residenti a Roma,quindi lo "metto" in auto direzione, "ospedale......" arrivo circa 00,45 (sintomi arto freddo e bianco con poca sensibilità) visita con ecografia.............
dimesso (sarà l'ematoma che comprime qualche capillare) ore 05,15 con 5 giorni di riposo assoluto e se dolorante "oki".
Arriviamo a casa ma la gamba era cmq fredda e bianca, arriva il pomeriggio e tramite un amica (Chirurgo vascolare) arrivamo ad un altro
ospedale romano, ecodopler con esito da brividi, dissecazione arteria femorale.
Operato d'urgenza bypass con safena........legamento inguinale ecc..... 6 ore di intervento.
Ora è passato un mese!!!! Mio figlio oggi riprende scuola sta abbatsanza bene, ora speriamo abbia un futuro normale come gli altri ragazzi, anche se con delle limitazioni.
Volevamo sapere se ci sono gli estremi, secondo Voi per domanda di invalidità, dobbiamo informare o addirittura presentare una causa verso l'ospedale negligente?
Che tipo di sport sarà indicato?

In attesa di un vostro parere, porgo cordiali saluti.


Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Credo sia più opportuno che sottoponga il consulto nella sezione Medicina Legale.
[#2] dopo  
Utente 813XXX

Iscritto dal 2008
Grazie mille ,mi sono reso conto solo ora di aver postato nella sezione sbagliata!!!!!!
Posterò nella sezione da Lei segnalata.