Utente 102XXX
egregio dottore, sono stato operato di fibrillazione atriale 20 mesi fain un noto ospedale milanese. l'itervento con ausilio di un robot, e' riuscito bene, dopo tale intervento e con l'aiuto di farmaci (almarytm e triatec) io non ho avuto piu' problemi di fibrillazione, premetto che la mia fibrillazione era persistente aritmica ma con numero di battiti intorno ai 78 al minuto. Col passare del tempo ho fatto dei controlli, tra cui holter , circa ogni sei mesi, e tutto e' sempre stato nella norma. man mano e' stata ridotta dal cardiologo la mia dose di almarytm anche perche io in primis spingevo per abolire almeno questa pastiglia, sono arrivato a prendere mezza pastiglia da 100mg la mattina con una di 2,5 di triatec, ma all'ultimo controllo nell'holter si sono notate all'incirca una decina di extrasistole o battiti doppi, devo dire che anche senza l' holter anche io li avverto. Adesso volevo chiedere un consiglio a Lei, visto che il dottore che mi ha in cura mi ha indicato di togliere l'almarytm, su cosa si potrebbe fare per cercare di eliminare queste extrasistole che sembrano quasi fisiologiche ogni giorno( vanno dalle 3 alle 12 circa al giorno). C'e da dire che fino a quando ho preso mezza compressa la mattina e mezza la sera negli holter non c'e' stata mai presenza di extrasistole , quando ho abbandonato quella serale hanno iniziato le prime comparse, ed adesso sinceramente ho paura che togliendo anche quella mattutina possa peggiorare la situazione.In attesa di una Sua risposta Le porgo distinti saluti. grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Egregio signore
la terapia ablativa alla quale lei si è sottoposto ha dato ottimi risultati, ma tenga presente che la sua era una forma persistente, per la quale i risultati ottenibili non sono altrettanto buoni come quelli della forma parossistica...questo significa che probabilmente senza farmaci antiaritmici è difficile mantenere il ritmo sinusale...
Comunque non deve preoccuparsi delle extrasistoli (sebbene rappresentino potenzialmente un trigger d'innesco della fibrillazione atriale), e può provare a sospendere completamente l'antiaritmico per vedere se l'aritmia è stata completamente eliminata. Se dovesse tornare può sempre riprendere la terapia antiaritmica.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 102XXX

Iscritto dal 2009
Egregio dottore la ringrazio per la sua risposta, e volevo porre un ulteriore quesito. Una volta sospeso l'almarytm se per caso dovvessero aumentare le extrasistole come faccio io a stabilire se sono in presenza di alcune extrasistoli oppure in una sorta di mini fibrillazione magari transitoria? Visto che la mia fibrillazione si basa sun un numero di battiti normali per minuto, e poi quanto tempo ho per poter iniziare di nuovo la cura farmacologica? Oppure in qualsiasi momento io posso prendere l'almarytm?
un ultimo quesito, sempre riguardo l'almarytm, potrei prenderlo solo per determinati periodi e poi sospenderlo,magari in periodi di vita piu' stressanti? ha qualche controindicazione? grazie dottore per la sua disponibilita'
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Lei aveva una forma persitente di FA (ossia costantemente presente nel tempo) ed è quella che deve essere presa come termine di paragone....se dovesse avere FA di breve durata il tutto và considerato comunque in termini di successo....chiaramente un Holter ECG potrà aggiungere informazioni a riguardo e confermare la presenza di sole extrasistoli o meno. L'Almarytm può riprenderlo in ogni momemnto, se dovesse essercene la necessità. Non le consiglio di prenderlo per preriodi, và deciso se assumerlo o meno... generalmente è ben tollerato. Ovviamente ha sempre bisognoi di controlli cardiologici.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 102XXX

Iscritto dal 2009
Mi scuso per il ritardo, ma solo ora mi e' stato possibile collegarmi ad internet, volevo ringraziare vivamente il dottor Rillo per il suo consiglio, lo mettero' in pratica e faro sapere come andra' il mio cuore dopo l'abbandono dell' almarytm.
Grazie ancora