Utente 356XXX
Buongiorno a Voi!


A mio padre ricoverato per importante scompenso cardiaco è venuto a conscenza,a seguito di accertamenti preliminari per l'esecuzione di una coronarografia successivamente eseguita,dell'esistenza di una insufficienza renale di medio livello.
Le mie domande sono le seguenti:la patologia in oggetto,fra tutte le malattie renali,è ereditaria?
Il linfoma non hodgkin,di cui è stato curato nel 1999,sono responsabili,nel caso di recidive,di malattie renali come sopra indicato?
Vi ingrazio ancora una volta per l'attenzione dedicatami,cogliendo l'occasione per salutarVi caramente.



Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giulio Malmusi
24% attività
20% attualità
12% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2011
Sicuramente i medici che lo hanno in cura hanno molti più elementi per rispondere alle sue domande, ma provo a dire: 1) le patologie renali ereditarie non sono frequenti, ma sono ben note (reni policistici, malattia di Alport...) ; in questo caso, penso che i medici l'avrebbero informata di loro iniziativa; è più probabile però che i reni soffrano in seguito al problema cardiaco.. ma senza conoscere elementi tecnici precisi non so cosa dirle. 2) le terapie dei linfomi, in genere "chemioterapie" possono aver ridotto a suo tempo la funzione renale, anche se in modo non disastroso; in questo caso in un periodo di scompenso cardiaco è più facile che la funzione renale sia ancora peggiorata; ma non per questo bisogna pensare che si sia riattivato il linfoma... se questo accadesse, chi l'ha in cura dovrebbe accorgersi senza difficoltà.
[#2] dopo  
Utente 356XXX

Iscritto dal 2014
Gent.le Dr Malmusi



La ringrazio infinitamente per la Sua peziosissima consulenza e disponibilità,nonchè per le rassicurazioni che Lei mi da!
Ha fatto di recente controlli ematologici relativi al linfoma non hodgkin che ha avuto,ma non è emerso nulla di preoccupante:i controlli li ha fatti un anno fa!
Colgo l'occasione per salutarLa cordialmente!