Utente 309XXX
Salve. Assumo da circa 7 anni metoprololo tartrato 50mg mattino , 50 la sera. insieme al triatec, Plavix. Reduce da infarto al miocardio avvenuto nel 2008, medicato con 2 stent.
Soffro di ansia. Ieri ho iniziato la terapia con il Samyr da 400 puntura.
Nonostante il betabloccante, verso sera, ho avuto una violenta crisi tachicardica, 135/140 pulsazioni al minuto, saturazione 97. e 2 fitte allo sterno durate meno di 1 sec. Assunto Carvasin 5mg in attesa del 118. E' stato eseguito ECG nella norma, Al P.S. altro ecg ed esami del sangue di routine. Fortunatamente tutto normale. Dimesso. Possibile ansia. I battiti sono rientrati dopo 20 min. a 70.
E' possibile che il Samyr abbia interferito con la terapia riducendo gli effetti del Betabloccante? Da quanto ho letto, sembra impossibile che la frequenza cardiaca 135/140 nonostante l'assunzione dei Beta.
Grazie per l'attenzione


ECG: ritmo sinusale , fc 94/min, non segni di ripolarizzazione patologica. ecg nella norma
emocromo:
wbc 9.1
rbc 5.29
hgb 16.5 htc 47.2
mvc 89.2 mch 31.2
mchc 35
plt 306

qiick pt su sangue citrato:
pt 96
pt-inr 1.02
aptt 1.03

troponina I 2.9
mioglobina 24
urea 34
creatinina 0.81
gfr 60
ck su siero 72
sodio 140
potassio 3.1
calcio 2.54
proteina c reattiva 0.78

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
A parer mio lei si è molto agitato e basta.
Il samyr, a parte far molto bene al farmacista e a chi lo produce non ha alcuna colpa
La,saluto
[#2] dopo  
Utente 309XXX

Iscritto dal 2013
lo spero. grazie per la risposta
cordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 309XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno!
Dopo un lungo colloquio con lo psichiatra, ha deciso che devo riprendere la terapia con 20mg al giorno di Paroxetina cp. e al bisogno, 8/10 gt. di Alprazolam.