Utente 380XXX
Buonasera,
sono una ragazza di 28 anni. A 19 anni ho sofferto di sindrome dello stretto toracico, causata da un fascetto muscolare dello scaleno che stringeva la vena succlavia "a nodo di cravatta", probabilmente, secondo i medici che mi hanno avuta in cura, data da una malformazione congenita del muscolo. Questo mi ha causato più episodi di trombosi a livello della vena ascellare, trattate con eparina. Dato che si ripresentavano non appena si sospendeva la terapia, sono stata subito sottoposta a scalenectomia (per fortuna senza bisogno di resecare anche la prima costa), che ha completamente risolto ogni problema.
Adesso vorrei iniziare a prendere la pillola anticoncezionale, principalmente come rimedio alla forte dismenorrea di cui soffro. Ho consultato diversi ginecologi, alcuni dicono che avendo avuto episodi di trombosi sono a rischio e non devo assolutamente assumerla, altri che non ci sono problemi dato che la trombosi era causata da un'azione meccanica, altri che potrei tentare di prenderla, ma sottoponendomi prima a molti esami specifici, insomma, nessuno mi da una risposta univoca, vorrei quindi sentire qualche parere da parte di un chirurgo vascolare.
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
gli eventi trombotici da cui è stata affetta sembrerebbero riconoscere una causa meccanica accertata e rimossa, motivo per cui non sembrerebero sussistere controindicazioni all'assunzione di estroprogestinici, una volta esperito lo screening emocoagulativo per la ricerca di eventuale stato trombofilico.
Un confronto con i chirurghi che l'hanno avuta in cura resterebbe quanto mai opportuno e, se ritenuto necessario, un consulto ematologico preventivo.
[#2] dopo  
Utente 380XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio per la risposta,
avevo intenzione di consultare i medici che mi hanno avuta in cura, ma essendomi trasferita molto lontano mi è difficile.