Utente 380XXX
Buonasera a tutti, sono un ragazzo di 24 anni.
Scrivo qua per porvi il mio problema.
Ho fatto sesso per la prima volta a 18 anni e inizialmente abbiamo avuto difficoltà nei rapporti.Ovvero all'inizio non riuscivo a mantenere l'erezione(credo per la tensione della prima volta), successivamente dopo 3-4 volte che abbiamo provato eiaculavo prima della penetrazione. Alla fine dopo qualche tentativo iniziammo ad avere dei rapporti completi e non soffri piu di eiaculazione precoce.Sono stato fidanzato per 5 anni con questa ragazza e non ho più avuto problemi sessuali. A dicembre mi sono lasciato e ho avuto dei rapporti occasionali con una ragazza non andati a buon fine (eiaculazione prima della penetrazione).Per me è molto frustrante. Ne ho parlato con il medico di famiglia e mi ha parlato di una terapia con un anti depressivo ma mi ha detto di aspettare e di vedere come vanno le cose. Ora qua vi chiedo cortesemente di aiutarmi a chiarire un po' le idee. Infine ho recentemente fatto un sogno a sfondo sessuale dove prima della penetrazione ho eiaculato nel sogno (avendo una polluzione notturna). Volevo chiedervi se è correlato con l'eiaculazione notturna o è un fenomeno a se. Vi chiedo cortesemente chiarimenti. Grazie in anticipo
Cordiali Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
l' eiaculazione precoce ha cause organiche (malformazioni o infiammazioni) o più frequentemente psicologiche. vada da esperto collega per la terapia del caso. In linea generale preferisco che il problema venga sradicato alla radice, piuttosto che usare dei sintomatci quali quelli proposti.
[#2] dopo  
Utente 380XXX

Iscritto dal 2015
Innanzitutto grazie della risposta.
Lei crede sia pericoloso o innoportuno cercare di curare il problema con i farmaci?
Grazie
Cordiali Saluti
[#3] dopo  
Utente 380XXX

Iscritto dal 2015
Non potrebbe servire per superare l'ansia iniziale e una volta raggiunta l'affinità di coppia sospedere la cura?
Grazie
Cordiali Saluti
[#4] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Legga quello che ho scrittto per cortesia: se ha la prostata con infiammazione sub clinica l' affinità di coppia va a farsi benedire
[#5] dopo  
Utente 380XXX

Iscritto dal 2015
Grazie per la risposta e scusi l'ignoranza.
Ho prenotato una visita andrologica.
Le farò sapere
Grazie
Distinti Saluti