Utente 619XXX
Egr. Sig. Medici,
una cara amica a seguito di dolore lombare destro e ripetuti episodi di ematuria ha avuto (senza non poche curiose vicissitudini) diagnosticato un papilloma epiteliale, dopo esame istopatologico. Il "materiale" bioptico è stato prelevato tramite esecuzione di uro-TAC, con il quale si è anche potuto ben notare il rene con il suo piccolo problema.
Curiosità: l'esame citologico credo reciti più o meno "neoplasia di lieve grado", almeno così mi hanno detto verbalmente parenti dell'amica, anche se credo abbiano errato (magari era metaplasia?).
L'urologo che la segue, a mio avviso molto molto in gamba, non desta eccessive preoccupazioni, consigliando un ovvio intervento di rimozione della parte "malata".
Domanda: ma in sostanza, l'amica cos'ha: un cancro renale o qualcosa di antecedente?
Cosa dobbiamo aspettarci dal prossimo futuro?
Grazie anticipatamente per il consulto eventualmente formito.
[#1] dopo  
Dr. Rita Caponetti
24% attività
0% attualità
8% socialità
GROSSETO (GR)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
La risposta alla sua domanda, per le informazioni che si possono evincere è " qualcosa di possibilmente, ma non necessariamente antecedente"... nel senso che i papillomi hanno un'alta percentuae di recidive e successiva trasformazione in carcinoma, ma non è detto che debba accadere sempre. Se l'interento viene effettuato sollecitamente e radicalmente ci sono anche alte probabilità di guarigione. Il Collega Urologo, che segue la Signora, conoscendo bene l'estensione ed il referto istologico, potrà sicuramente fare una prognosi corretta.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 619XXX

Iscritto dal 2008
Giorno 6 ottobre la ragazza sarà operata: il Medico, con probabilità, effettuerà una rimozione parziale della parte, cercando di preservare le strutture sane vista l'età della paziente. Inoltre, a suo dire, se all'esame visivo ed all'altro esame istopatologico post operatorio risulterà qualcosa di anomalo, praticherà delle sedute di chemio(?).
Procedura un pò strana, ritengo: infatti o è papilloma e si asporta, o è carcinoma e si asporta e si effettua terapia.
Pertanto, possibile che non sia papilloma?
Per quanto riguarda l'estensione siamo intorno ai 10/15 mm.; il referto, invece, essendo stato io il secondo a leggerlo (dopo il patologo) recita seccamente e sinteticamente "papilloma epiteliale".
Cordialmente
[#3] dopo  
Dr. Rita Caponetti
24% attività
0% attualità
8% socialità
GROSSETO (GR)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
ritengo corretto e prudenziale l'atteggiamento del Collega: la successiva terapia ( chemio) verrà effettuata esclusivamente ad evitare una successiva recidiva con possibile trasformazione in carcinoma.
[#4] dopo  
Utente 619XXX

Iscritto dal 2008
Tutto chiaro adesso.
La ringrazio di cuore.
Se vorrà ed avrà il piacere di leggere, la terrò informata circa il post-operatorio dell'amica.
Ancora grazie ed arrisentirci.