Utente 380XXX
Buongiorno, ho 52 anni e una settimana fa ho eseguito un ecg da sforzo con i seguenti risultati: non angor ne dispnea, non aritmie ne di base ne da sforzo, scarso incremento pressorio durante lo sforzo, a picco dello sforzo, ad alta soglia, comparsa di sottoslivellamento st v4-v6 (1 mm) che regredisce al 1 minuto dal recupero. Test ergonometrico positivo per ridotta riserva coronarica ad alta soglia, si mette in lista per cgf. Terapia: asa 100mg, bisoprololo 2,5 mg ( nega asma), atovestatina 20 mg ( ldl116 totale 175). Accuso da tempo stanchezza generale, freddo alle estremita', disturbi digestivi. Secondo Voi l'esito dell'ecg giustifica un esame invasivo come la cgf? Nn si potrebbe fare la terapia e ripetere l ecg fra 3 mesi? Ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
E' opportuno che lei esegua una coronarografia per capire se lei abbia davvero stenosi coronariche ed eventualemente, nella stessa seduta, provvedere a dilatarle mediante angioplastica.
Arrivederci
cecchini