Utente 295XXX
Gentile Dottore.
A metà febbraio ho subito un intervento di rimozione del Neuroma Di Morton al piede sinistro. Mi è stata praticata l' anestesia spinale, nonostante avessi espresso il desiderio di evitarla, con la motivazione che anni fa,in seguito ad un intervento di Emorroidectomia, dopo numerosissimi tentativi, non era stato possibile far entrare l' "ago".
L' anestesista era desideroso di provare ugualmente e, infine, ho acconsentito. Dopo molti tentativi dolorosi, durante i quali ho sentito scosse e formicolii che si irradiavano alla gamba, tenendomi ferma in quattro, sono riusciti a far entrare l' "ago". Hanno detto che è stato difficile perché ho la schiena "storta" Poi però è andato tutto bene, ma, a distanza di tre mesi, ho ancora dolore nella sede in cui è stata praticata l' anestesia. In quel punto, mi fa male anche solo a sfiorare superficialmente con le dita, come se ci fosse un ematoma recente. E' un dolore sia esterno che interno. Non è invalidante, ma è normale dopo tre mesi?
La ringrazio per l' attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
20% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Buonasera, probabilmente la lieve scoliosi riscontrata dall'operatore che le ha praticato la spinale ha reso difficile la sua esecuzione. Tre mesi possono non essere abbastanza per ripristinare quel ritorno alla normalità dei tessuti e delle terminazioni cutanee che probabilmente possono essere state interessate dai vari tentativi introduttivi dell'ago.
Il mio consiglio è quello di farsi visitare in un ambulatorio di terapia antalgica, generalmente gestito proprio dagli anestesisti perchè si valuti obbiettivamente la condizione ed eventualmente, se ritenuto necessario, si approfondisca con esami strumentali. Altrimenti in quella sede si valuterà di trattarla farmacologicamente per l'iperestesia riferita.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 295XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio tanto Dottore.
Cordiali saluti